Tu sei qui

Wayne Gardner: "Triste Remy fuori dalla MotoGP per il suo manager"

 L'ex campione della 500 critica il comportamento di Paco Sanchez: "E' fuori per i problemi di Paco con KTM. Remy ha il potenziale ed il talento per esserci, ma ha bisogno di cambiamenti attorno a sé"

MotoGP: Wayne Gardner: "Triste Remy fuori dalla MotoGP per il suo manager"

Share


Wayne Gardner non ha preso affatto di buon grado il modo in cui l'avventura in MotoGP di suo figlio Remy è stata gestita dal suo manager Paco Sanchez. A metà stagione sembrava infatti che ci fossero ampie possibilità per il campione Moto2 2021 di restare in arancione per almeno un'altra stagione, ma Pit Beirer non ha fatto mistero di non aver gradito certe uscite del suo manager Sanchez all'indirizzo di KTM (leggi QUI) . Il risultato è stato una rottura tra le due parti con il pilota a recitare il ruolo di vittima incolpevole, che nella prossima stagione sarà costretto a dare spazio ad Augusto Fernandez, un pilota che ha senza dubbio del talento, ma che in definitiva non merita ancora la MotoGP o almeno non più dello stesso Remy. Questo il testo del tweet di Wayne all'indirizzo di suo figlio e del suo manager. 

"È molto triste vedere che il futuro di Remy in MotoGP finirà nel 2022 a causa del comportamento ridicolo del suo cosiddetto manager Paco Sanchez con KTM.
Remy ha il talento e il potenziale per vincere, ma ha bisogno di molti cambiamenti nella sua cerchia interna di gestione e di altre aree".

Bisogna aggiungere per chiarezza che i rapporti fra Gardner e Sanchez non sono buoni fin dall'inizio, che c'è stato un raffreddamento anche con Remy, che ha scelto Paco.

"Con i miei piloti - ha detto Sanchez - non ho contratti. Il rapporto si basa sulla reciproca fiducia, basta una stretta di mano".

Articoli che potrebbero interessarti