Tu sei qui

Il KymiRing verso il fallimento, la MotoGP torna a 20 Gran Premi

Il quotidiano "Iltalehti" riporta sul suo sito web che le imprese edili Maanrakennus Pekka Rautiainen ky e Macra oy hanno presentato richieste di risarcimento nei confronti di KymiRing per un importo di circa 370.000 euro e 264.000 euro

MotoGP: Il KymiRing verso il fallimento, la MotoGP torna a 20 Gran Premi

In molti fra gli addetti ai lavori più ‘datati’ speravo nel ritorno della Finlandia nel calendario del motomondiale, ma questo potrebbe non accadere più. Lo scrive Speedweek che ha scoperto che il KymiRing è vicino al fallimento.

Nel 2020, 2021 e 2022, i gestori del KymiRing hanno dovuto cancellare il GP di Finlandia di motociclismo, perché si parlava sempre di mancanza di fondi. Le interruzioni dei lavori hanno ritardato più volte il progetto, e persino due mesi prima del Gran Premio del 10 luglio 2022, il paddock, le strade di accesso e la corsia per le ambulanze non erano state asfaltate.

Ora sembra che entro il 20 settembre tutte le misure di costruzione richieste dovrebbero essere completate, quindi il KymiRing potrebbe essere inserito nel calendario dei GP per il 2023. Ma difficilmente accadrà.

Il quotidiano "Iltalehti" riporta sul suo sito web che le imprese edili Maanrakennus Pekka Rautiainen ky e Macra oy hanno presentato un'istanza di fallimento contro KymiRing presso il tribunale distrettuale di Päijät-Häme.

Secondo l'istanza, i creditori hanno presentato richieste di risarcimento nei confronti di KymiRing per un importo di circa 370.000 euro e 264.000 euro. I due creditori hanno presentato i loro crediti con avvisi di pagamento del 13 giugno, ma i proprietari di KymiRing si sono trovati nell'impossibilità di pagare i debiti.

Riku Rönnholm, CEO della struttura KymiRing, ha dichiarato di non aver ancora ricevuto la richiesta di insolvenza. Di conseguenza, Rönnholm non ha voluto rilasciare ulteriori dichiarazioni. Nel frattempo, la notizia del fallimento dell'autodromo è già stata diffusa dalla radio finlandese.

A questo punto, a meno di altri ingressi, il calendario 2023 sarà di 20 prove, sempre che Carmelo Ezpeleta non ritenga che alcuni circuiti non siamo più attraenti per ospitare una prova della MotoGP. Un riferimento che il boss della Dorna ha fatto riferendosi al flop del Mugello.

Articoli che potrebbero interessarti