MotoGP, Crutchlow: "Il braccio è molto gonfio, domani deciderò se continuare"

"Non sono in una bella situazione, continua a formarsi liquido. Parlerò ancora con i dottori e capiremo quale sia la cosa migliore da fare"

Share


Cal Crutchlow non riesce a nascondere la sua preoccupazione per il braccio destro operato appena un paio di settimane fa per risolvere il problema della sindrome compartimentale. Già ieri aveva detto di non sapere cosa potersi aspettare una volta in moto e le prime impressioni non sono confortanti.

Non va bene - ammette dopo i due turni di prove libere a Misano - Il problema è che ho molto liquido nel braccio e questo lo fa gonfiare molto. In moto non mi sento così male, ma ogni volta che scendo il braccio è più grosso. Non sono in una bella situazione, i medici sono preoccupati”.

A questo punto, al pilota del team LCR non resta che aspettare e capire se potrà continuare a correre questo fine settimana.

Ho parlato con i dottori dopo le prove e lo rifarò domani mattina, questo è il piano - continua - Avrei bisogno di riposo, chiaramente il braccio non è ancora guarito. Bisognerà capire quale si la cosa migliore da fare, vedremo quale sarà la situazione domani”.

L’aspetto positivo è che Cal non ha problemi a guidare.

Riesco a controllare bene la moto, non perdo forza - assicura - Però non è normale avere un braccio così grosso, il liquido continua a formarsi e non esce. Vedrò cosa mi diranno i dottori”.

L’ultima battuta è sul nuovo asfalto di Misano, criticato da molti piloti per gli avvallamenti.

“Il grip è molto migliore rispetto allo scorso anno, ma le buche sono un disastro, soprattutto alla curva 3” la sua opinione.

Share

Articoli che potrebbero interessarti