Tu sei qui

MotoGP, Cal Crutchlow accusato di razzismo dai fan cinesi!

AGGIORNAMENTO. Il team manager Lucio Cecchinello: "è stato solo un malinteso, Cal stava scherzando e non è stato assolutamente scortese"

MotoGP: Cal Crutchlow accusato di razzismo dai fan cinesi!

Share


Durante i test di Sepang un gruppo di fan non ha probabilmente compreso l'ironia britannica del pilota del team LCR che, apparentemente, forse perché impegnato, li ha snobbati.

Il risultato è che su un blog cinese è apparso questo messaggio:

Di recente, i piloti GP hanno anche svolto un allenamento pre-gara sul circuito di Sepang in Malesia, ma è accaduto anche qualcosa di molto triste e che ha fatto persino arrabbiare i fan nazionali e asiatici. Cal Crutchlow ha respinto una richiesta di firma di foto di gruppo da parte di un gruppo di cinesi avvertendoli che la sua vita era preziosa e non voleva essere infettato dal virus!

E gli asiatici senza mezzi termini hanno dei virus, voi cinesi avete la Sars, pare abbia detto Cal.

Nel blog è stato postato anche un video in cui Marc Marquez, Alex Rins e Fabio Quartararo invitano i fan cinesi a tenere duro.

Rassicuriamo comunque gli amici asiatici, Crutchlow ha il carattere più bizzarro del paddock: non sapete cosa dice Cal a noi italiani!

L'importante è capirlo e non offendersi mai.

ULTIMORA - Il team owner, Lucio Cecchinello, confermandoci la veridicità dell'incontro ha specificato quantoi segue:

"Cal e tutta la squadra, in occasione del test in Malesia, hanno ricevuto da me indicazioni precise in tema sanitario, proprio per evitare possibili contagi. Nel 2017, infatti, presi in Qatar l'influenza suina (Swine Flu) e dovetti rimanere in quarantena per due settimane. Per questo motivo ho invitato l'intera squadra ad una 'politica sanitaria'. Fra le indicazioni ho inserito anche il divieto, per quanto possibile, di stringere le mani e, se proprio necessario, di utilizzare gel antibatterici subito dopo. Nell'occasione descritta nel blog, Cal non è stato comunque assolutamente rude ma ha solo chiesto a Dakota Mamola, il suo assistente, di portargli il proprio pennarello che usa per gli autografi. In quell'occasione ha fatto semplicemente una battuta, che probabilmente è stata malintesa".

 

Share

Articoli che potrebbero interessarti