Tu sei qui

MotoGP, Test a porte chiuse per Marquez e Pedrosa a Jerez

Oggi il team Honda in azione sulla pista spagnola. Martedì e mercoledì prove per Ducati Pramac, Aprilia, KTM oltre a Melandri e Davies

MotoGP: Test a porte chiuse per Marquez e Pedrosa a Jerez

Il team Honda ufficiale è al lavoro in queste ore sul circuito di Jerez con Marquez e Pedrosa, a porte rigorosamente chiuse. La squadra HRC ha infatti deciso, approfittando della pausa di due settimane tra il GP del Qatar e quello di Argentina, di usare il primo dei 5 giorni di test privati concessi durante la stagione, non avendo provato a novembre come invece avevano fatto i rivali.

La scelta di Jerez non è per nulla casuale, perché nell’inverno Marquez aveva ripetuto più volte come il circuito spagnolo, per le sue caratteristiche, fosse uno dei migliori per potere valutare a fonda il nuovo propulsore, che sembra peccare ancora di troppa aggressività. Vero che i motori sono congelati nello sviluppo, ma è sempre possibile lavorare sull'elettronica.

È probabile che nei test i due spagnoli continuino a provare il forcellone in carbonio che non hanno ancora portato in gara e, magari, ulteriori evoluzioni aerodinamiche.

Ecco quindi che Marc e Dani hanno deciso di investire una giornata, rigorosamente a porte chiuse, per avere le maggiori indicazioni possibile sul motore e mettere alla prova la RC213V su quello che sarà il primo circuito quando il Mondiale tornerà in Europa.

L’idea di sfruttare Jerez è stata condivisa anche da altre squadre e domani e dopodomani (martedì e mercoledì) la pista spagnola vedrà la presenza del team Pramac con Petrucci. Anche in questo caso la scelta è fatta a ragion veduta, perché la Desmosedici ha sempre sofferto su quella pista e Danilo, con la GP18, potrà portare avanti un lavoro interessante anche per i piloti ufficiali. Le prove sono infatti state organizzate direttamente da Borgo Panigale e non verranno rilasciate informazioni su cosa sarà provato.

Anche Aprilia e KTM saranno della partita, probabilmente con i propri collaudatori, e la Casa austriaca porterà in pista anche la sua Moto2 oltre alla MotoGP. Honda, poi, rimarrà con il tester Stefan Bradl.

Oltre ai nomi qui scritti, ci sarà anche il team ufficiale Ducati SBK con Melandri e Davies appena rientrati dalla Thailandia.

Un’informazione utile per chi si trovasse dalle parti di Jerez: a differenza di oggi, martedì e mercoledì il circuito sarà aperto al pubblico.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti