Tu sei qui

MotoGP, Joan Mir: "troppo carico sull'anteriore, la gomma si surriscalda"

"Le alette, l'abbassatore, sono tutte cose che aggiungono carico all’anteriore. Alcuni team riescono a gestirla meglio, noi non ancora. È frustrante perchè ero partito bene”

MotoGP: Joan Mir: "troppo carico sull'anteriore, la gomma si surriscalda"

Share


di Mattia Caimi

Joan Mir è stato costretto dalla gomma anteriore, in crisi a causa delle alte temperature, a inseguire il gruppo in lotta per la terza posizione, senza possibilità di partecipare alla sfida.

Una gara sottotono quella del pilota della Suzuki, che per tutto il fine settimana ha dimostrato un buon potenziale nelle sessioni mattutine, mentre nel pomeriggio è stato costretto a litigare con un anteriore che soffre le alte temperature. Davanti a lui lui i test di domani per provare a risolvere il problema, che, se non verrà risolto, rischia di serbare brutte sorprese nelle calde gare estive.

“Si, sia questa che l’ultima gara mi hanno deluso. La temperatura era alta, e ho avuto molti problemi con l’anteriore, non ho potuto spingere ed è una cosa su cui dobbiamo lavorare. È accaduto qualcosa di simile l’anno scorso, ho un buon passo, ma l’anteriore lavora male e peggiora giro dopo giro, impedendomi di attaccare. Dobbiamo trovare una soluzione per queste temperature, perchè le troveremo in parecchi tracciati. Domani lavoreremo per risolvere questa situazione”.

É un problema che hanno in molti, a cosa pensi sia dovuto?
“Le alette, l'abbassatore, sono tutte cose che aggiungono carico all’anteriore. Alcuni team riescono a gestirla meglio, noi non ancora. È frustrante perchè ero partito bene”.

Il resto della moto come andava?
"L'accelerazione era buona, soprattutto all’ultima curva nonostante il grip non fosse ottimo, anche se il problema oggi non era il grip ma la gomma davanti, è stata quella a impedirmi di fare buoni tempi”.

Domani hai in programma di lavorare insieme ad Alex per risolvere questa situazione?
“No, non credo".

Quindi questo problema è legato al grande passo avanti fatto dalle moto in questi ultimi anni?
“Sì qualche anno fa correvamo senza problemi, oggi siamo lenti e ogni gomma mi sembra morbida”.

Hai faticato nei curvoni a causa dell’anteriore?
“Per me il problema principale non è nei curvoni dove il carico è sul posteriore ma nella seconda parte della frenata, è lì che fatico”.

Stai facendo delle gare un po’ sottotono.
“In questo circuito soprattutto sì, ha molti stop & go, con frenate lunghe: la situazione peggiore per il problema che abbiamo avuto”.

Abbiamo davanti mesi caldi, pensi che sarà un problema per voi?
“Domani proveremo a risolvere ma non penso che ci riusciremo in fretta”.

Avete materiale nuovo da provare?
“Non molto ma useremo il tempo per risolvere i problemi che abbiamo”.

Fabio e Aleix sono molto costanti e anche Pecco ha reagito. Pensi di avere le carte in regola  per stare con loro?
“In questa gara abbiamo sofferto ma confido molto nella squadra e nel potenziale che possiamo avere”.

 

 

 

 

 

Articoli che potrebbero interessarti