Tu sei qui

MotoGP, KTM Binder: "a Mandalika ho duellato con Darryn con l'abbassatore bloccato"

Brad Binder, secondo in Qatar e ottavo a Mandalika è a due punti dal leader di campionato Enea Bastianini, ma le cose sarebbero potute andare diversamente in Indonesia

MotoGP: KTM Binder: "a Mandalika ho duellato con Darryn con l'abbassatore bloccato"

Share


ll GP di Mandalika si è concluso da poco riservando non poche sorprese agli spettatori, sia in gara che in classifica. La vittoria di Oliveira dopo il secondo posto di Binder nello scorso GP del Qatar ha portato infatti la KTM in cima alla classifica costruttori, contro ogni aspettativa, mentre in classifica piloti svetta ancora in cima Enea Bastianini coi suoi 30 punti.

Dopo di lui a soli due punti di differenza troviamo Brad Binder,
che però nel GP appena conclusosi ha fatto meglio del giovane italiano arrivando ottavo, quindi con tre posizioni di vantaggio sul circuito indonesiano.

La posizione del pilota sudafricano avrebbe però potuta anche essere migliore visto che Brad, che domenica ha lottato a sorpresa con il meno esperto fratello Darryn, ha rivelato di aver corso l'intera gara con l'abbassatore bloccato, il che lascia adito a proiezioni alternative dell'attuale classifica. Quanto avrebbe influito questo dettaglio in termini di risultato di gara? Se Brad fosse riuscito a guadagnare qualche altra posizione ai danni di Morbidelli o di uno dei piloti Suzuki, forse in cima alla classifica ora avremmo un pilota KTM, non ci è dato saperlo.

"Sono dispiaciuto perché ho avuto delle buone sensazioni per tutto il weekend, specialmente con le gomme da bagnato. Nonostante la pioggia l'aderenza sul tracciato era fenomenale in alcuni punti. Sfortunatamente, ho corso l'intera gara con l'abbassatore bloccato quindi considero quell'ottava posizione come una vittoria - ha spiegato Binder - Se il circuito fosse stato asciutto non penso che sarei riuscito a produrre gli stessi risultati. Quindi, in definitiva, siamo stati sia fortunati che sfortunati nelle varie circostanze. Non è stato facile chiudere la gara con la moto in quelle condizioni quindi mi ritengo soddisfatto. La prossima tappa sarà l'Argentina, un circuito che apprezzo molto. Sarà la prima volta che correrò su quel tracciato con una MotoGP quindi sono curioso di vedere cosa succederà" ,ha poi concluso il pilota della KTM.

Articoli che potrebbero interessarti