Tu sei qui

MotoGP, Morbidelli: “Oggi era impossibile attaccare e superare Valentino”

“In gara aveva un ritmo incredibile e ho potuto solo rimanere dietro a lui. Valentino rimarrà per sempre la nostra chioccia, perché lui è il più saggio ed esperto”

MotoGP: Morbidelli: “Oggi era impossibile attaccare e superare Valentino”

Share


Lo ha seguito da vicino per tutto l’arco della gara, terminando alle sue spalle. Stiamo parlando di Franco Morbidelli, autore dell’11° posto a Valencia dietro a Franco Morbidelli. Il portacolori Yamaha ha concluso fuori dalla top ten una stagione 2021 dal retrogusto amaro.

Inizialmente ha dovuto fare i conti con una M1 distante dal potenziale espresso dalle ufficiali, poi con l’infortunio al ginocchio che lo ha tenuto lontano dalla pista.

“Per me è stata una stagione fatta di su e giù – ha ammesso Franco - nelle ultime gare però ho ritrovato il sorriso e la speranza di ripartire al meglio per il 2022. A breve andremo a Jerez per i test, dove l’obiettivo sarà quello di portare avanti lo sviluppo e arrivare preparati in vista del prossimo anno”.

L’attenzione si sposta poi sulla gara.

“È stata una fortuna correre al fianco di Vale, ho cercato di non stargli troppo vicino, per evitare che potessero esserci problemi. Al tempo stesso devo comunque dire che Vale era davvero veloce, infatti non c’era modo di provare a sorpassarlo. È stata una giornata incredibile, perché l’ho visto veloce, molto competitivo. È stato un bellissimo finale per me e per lui”.

Con il ritiro di Valentino, da quest’oggi Franco diventa il pilota più vecchio tra i giovani dell’Academy. Ci si chiede se tutto ciò comporti maggiori responsabilità o meno?

“Vale sarà per sempre la nostra chioccia! Lui è il più esperto e saggio tra tutti noi, anche perché io non ho molte cose da dire agli altri ragazzi dell'Academy" .

Articoli che potrebbero interessarti