Tu sei qui

MotoGP, Rossi: "Sono ottimista ma non per giocarmi ciò che vorrei, il podio"

"Guidare ad Assen la M1 è sempre un piacere e il mio potenziale è più alto del 17° posto di oggi. Domani tiferò Italia: ho già pronte bandiere e la maglia di Baggio"

MotoGP: Rossi: "Sono ottimista ma non per giocarmi ciò che vorrei, il podio"

Share


Il rapporto fra la pista di Assen e Valentino Rossi è sempre stato speciale e il fresco cittadino onorario non è stato deluso dalla sua prima giornata olandese, nonostante sia stata complicata dalla pioggia. Il nome del Dottore è al 17° posto nella classifica combinata dei primi due turni di libere, ma le sue sensazioni sono state migliori della posizione finale.

Sono stato anche sfortunato - sottolinea - Perché in FP2 ho trovato parecchie bandiere gialle e, nel mio ultimo giro, ha iniziato a piovere, senza quei problemi sarei potuto state tra il 10° e il 12° posto. La mia posizione non è fantastica, ma il potenziale è migliore di così. Le sensazioni in sella sono buone, devo solo sistemare qualcosa nel secondo e nel quarto settore e poi sperare che domani, ma soprattuto domenica, ci sia la pista asciutta”.

Assen si è confermata una pista amica?
Guidare qui mi dà sempre un grande piacere, ha qualcosa di speciale. Inoltre il nuovo asfalto ha molto grip e ci sono meno buche, oggi mi sono divertito tanto. La M1 si adatta bene a questa pista e la grande aderenza ci aiuta a risolvere i nostri problemi al posteriore. Quando guidi qui la Yamaha puoi veramente spingere.

Puoi già azzardare una previsione sul tuo fine settimana?
È un po’ presto, ma mi sento piuttosto ottimista, anche se non al punto di giocarmi quello che vorrei, come il podio. Come al solito vanno tuti forte e direi che io al momento sono in linea con il secondo gruppo. C’è ancora del lavoro da fare, bisognerà scegliere le gomme, ma non sono messo così male”.

E in caso di pioggia?
“L’asfalto lavora bene anche con l’acqua, ma ho fatto solo un paio di giri sul bagnato per capire le sensazioni, che sono state buone. È difficile ora dire quale sia il mio potenziale in quelle condizioni”.

Domani sera l’Italia giocherà contro l’Austria negli Europei di calcio, seguirai la partita?
Sono carichissimo! Sto cercando di vedere tutte le partite, per quanto mi è possibile, perché mi piacciono questo tipo di compettizioni. Inoltre l’Italia è forte, gioca molto bene e mi piace Mancini come allenatore. Ci siamo già preparati con le bandiere e ho con me la maglia della nazionale di Baggio. Guarderò la partita con Max e Uccio e verrà sicuramente qualche pilota dell’Academy, come mio fratello e Migno, che è un grande tifoso”.

Articoli che potrebbero interessarti