Tu sei qui

MotoGP, Biaggi: "Rossi non è più il solito, l'esplosività dei giovani fondamentale"

"Nello sport l’esplosività della gioventù è quasi sempre fondamentale, è un valore impagabile, ogni tanto ci metti la pezza dell’esperienza, ma non è così sempre”  

MotoGP: Biaggi: "Rossi non è più il solito, l'esplosività dei giovani fondamentale"

Share


Ieri Max Biaggi è stato ospite di RTL 102,5, con cui ha un accordo per commentare il motomondiale, nella trasmissione Non Stop News e non si è tirato indietro.

“Le gare sono state belle, caratterizzate dalla pioggia, ma nella MotoGP uno scroscio d’acqua ha cambiato i piani a tutti. Ha trionfato la Ducati, primo e terzo sul gradino più alto, molte cadute, anche Marquez mentre era al comando: mi è dispiaciuto perché è tornato dopo un infortunio, poteva anche vincere. La caduta per il morale non aiuta, ma il campione c’è e secondo me ci farà vedere ancora delle grandi cose”.

Max poi ha parlato anche del suo ex grande rivale, Valentino Rossi.

E’ arrivato undicesimo, magari ha risolto qualche problema, ormai non è sempre il solito Rossi però ormai ci sono tanti giovani piloti veloci, tutti in pochi decimi ed in un attimo ti ritrovi da primo ad ottavo. La MotoGP è diventata impressionante. Nello sport l’esplosività della gioventù è quasi sempre fondamentale, è un valore impagabile, ogni tanto ci metti la pezza dell’esperienza, ma non è così sempre”.

Articoli che potrebbero interessarti