Tu sei qui

MotoGP, Vinales: "La vittoria di Quartararo? Non guardo dall'altra parte del box"

"Io sono stato veloce solo in qualifica a Portimao. Sono preoccupato perchè a Losail ero stato il migliore, mentre qui ho faticato ad entrare in top 10. Fossi partito più avanti sarei entrato fra i primi cinque"

MotoGP: Vinales: "La vittoria di Quartararo? Non guardo dall'altra parte del box"

Share


È stata una gara davvero complicata quella di Maverick Vinales che è scattato dall’undicesima casella finendo addirittura 20° dopo la prima curva. Il pilota spagnolo della Yamaha ha poi chiuso il suo weekend in undicesima posizione beneficiando di un ritmo migliore di quello dei piloti nelle retrovie e delle numerose cadute davanti a lui. In Qatar Vinales era sembrato uno dei più in forma della griglia con un ottimo ritmo ed una vittoria nel primo GP della stagione. Anche in quelle circostanze, comunque, lo spagnolo continuava a lamentare dei problemi in partenza, che oggi si sono visti in modo più che lampante. 

“La partenza è un problema, lo sappiamo, ma quello che è più difficile da capire è quello che mi è successo in questo weekend – ha detto Vinales – In Qatar ero tra i più forti e potevo vincere entrambe le gare mentre qui ho faticato tutto il weekend, a parte nelle qualifiche che poi sono andate come sappiamo”.

Senza quel giro cancellato che gara avrebbe potuto essere?
“Non credo che avrei fatto niente di incredibile ma comunque avrei chiuso tra i migliori 5. Il mio risultato, nelle difficoltà di questo fine settimana non è male ma dobbiamo capire le cause dei nostri problemi”. 

Che cosa hai sofferto maggiormente qui a Portimao?
“Non avevo aderenza al posteriore e non ho provato le stesse sensazioni del Qatar. Sono preoccupato perché oggi ho faticato a stare in top 10 e perché la differenza tra prove, gara e qualifiche è stata troppo grande”. 

Come si approccia la prossima gara dopo un fine settimana del genere? Il tuo compagno di squadra ha vinto e quindi ha dimostrato che la Yamaha può essere veloce anche a Portimao.
“Ora è il momento di leggere i dati e capire. Non penso a quello che succede dall’altra parte del box, devo rimanere concentrato e fare dei passi avanti”. 

Articoli che potrebbero interessarti