MotoGP, Alex Rins: "Se non sarò più in lotta aiuterò Mir a vincere il Mondiale"

"Sono in Suzuki dal 2017, lotto perchè questa moto migliori e vinca. Aragon incide meno sulla mia spalla, non sono ancora al 100%"

Share


Fresco vincitore dello scorso GP di Aragon e pronto per replicare già questo weekend. Alex Rins, dopo una prima parte di stagione complicata dall’infortunio alla spalla, finalmente sembra aver ripreso il suo ritmo. Alex sembra poter essere dunque un importante punto a favore della Suzuki nella rincorsa al titolo mondiale con Joan Mir, ma attenzione a dare per finito Rins, i punti dal compagno sono 36 e le gare da correre ancora quattro. 

“I punti di distacco non sono pochi – ha detto Rins – ma ho ancora delle chance per vincere il mondiale. Quando e se non avrò più possibilità sarò disponibile per aiutare Mir a vincerlo, sono in Suzuki da molti anni e lotto perché questa moto migliori e vinca. Questa stagione è stata di alti e bassi per me, ho sofferto parecchio l’infortunio e ancora non sono al 100%”. 

La vittoria dello scorso weekend è stata di certo importante per Suzuki e anche per la tua stagione. Credi di poter replicare in questo weekend?

“Vedremo, di certo sarebbe bellissimo vincere ancora in una pista così importante per me. Ora qui piove e quindi vedremo domani come sarà l’aderenza in pista. L’importante sarà partire nella posizione migliore possibile perché quest’anno la MotoGP ha un livello altissimo e quando si corre sulla stessa pista per due weekend consecutivi tutti migliorano”. 

Aragon è una pista che conosci molto bene. Questo tracciato incide meno sul tuo infortunio?

“Si, il Motorland non è un tracciato aggressivo e quindi non ho grandi problemi fisici. Ho perso delle opportunità in questa stagione, è vero, ma l’importante è essere tornato nella battaglia”.  

 

Share

Articoli che potrebbero interessarti