MotoGP, Carmelo Ezpeleta: "Non ci saranno Gran Premi a porte chiuse"

Il CEO di Dorna "l'idea è iniziare il campionato ad Austin. Il GP di Thailandia potrebbe prendere il posto di quello di Aragon che verrà anticipato"

Share


I problema legati al Coronavirus hanno di certo cambiato qualsiasi pianificazione fatta dai team e dalla Dorna per questo mondiale 2020. Il calendario ha già subito due scossoni importanti, con la cancellazione della tappa MotoGP in Qatar e lo spostamento del GP della Thailandia, ma la sensazione è che qualche altra novità possa arrivare a breve, visto che anche dagli Stati Uniti le restrizioni nei confronti di chi vola dall'Italia sono sempre più forti ed anche la tappa di Austin è a forte rischio.

Intervistato durante una trasmissione radiofonica su Onda Cera, il CEO di Dorna Carmelo Ezpeleta ha affrontato l'argomento ipotizzando una soluzione per recuperare la tappa thailandese modificando anche la data del GP di Aragon.

Ancora prima, però, ha voluto mettere in chiaro che"Non ci saranno Gran Premi a porte chiuse", una ipotesi paventata ma evidentemente non percorribile secondo il CEO Dorna. 

"L'idea è quella di iniziare il campionato ad Austin - ha dichiarato Ezpeleta - mentre per il Gran Premio della Thailandia è possibile che vada a sostituire nel calendario quello di Aragon, che potrebbe essere disputato in un'altra data. E' una ipotesi, ma dobbiamo ancora parlarne con gli organizzatori di Aragon"

Osservando l'attuale calendario, la tappa di Aragon è prevista per il fine settimana del 4 Ottobre e l'unico spazio attualmente libero che potrebbe avere senso occupare sarebbe quello della settimana successiva al Gran Premio di Misano, che si disputerà nel fine settimana del 13 Settembre. Una ipotesi sarebbe dunque di avere due gare in successione tra Misano e Aragon, per poi ritrovare uno stop di una settimana e la ripartenza il 4 Ottobre in Thailandia.

Le cose tornerebbero di fatto molto simili a come erano nel 2019, perché ricordiamo che è di questa stagione il cambiamento di data della tappa thailandese. Continuando la propria intervista, Ezpeleta ha anche specificato che non ci sarà nessun provvedimento speciale per i GP.

Un'ultima battuta l'ha riservata al commento di Aleix Espargarò. Lo spagnolo è stato raggiunto dalla notizia della cancellazione della tappa del Qatar MotoGP mentre era già in volo per Doha e non ha risparmiato una critica piccata nei confronti dell'organizzatore.

"Aleix Espargarò non sa bene cosa è successo, ci parlerò. Non so cosa pensa, ma credo che sappia che non ci piace sospendere le gare. Quando lui commette uno sbaglio in frenata, non critico mai..."

Share

Articoli che potrebbero interessarti