Tu sei qui

MotoGP, Ponsson: "sono stato lasciato a casa da Dorna e Crutchlow"

Il comunicato di Christophe: "un comportamento che non mi aspettavo in MotoGP, sto valutando se valga la pena di continuare a correre"

MotoGP: Ponsson: "sono stato lasciato a casa da Dorna e Crutchlow"

L’arrivo di Christophe Ponsson in MotoGP a Misano, in sostituzione all’infortunato Tito Rabat, era stato accolto con molti dubbi da parte degli altri piloti. Il pilota francese, a corto di esperienza nel massimo campionato motociclistico, era stato criticato da più parti.

Ieri è arrivata la notizia che il team Avintia, per il GP di Aragon, gli ha preferito Jordi Torres, Una decisione di cui lo stesso Ponsson, che aveva firmato un contratto per correre 4 GP, era all’oscuro.

Di seguito pubblichiamo integralmente il comunicato stampa di Christophe che critica aspramente Dorna e alcuni piloti (Crutchlow e Miller) per la sua esclusione.

Ho firmato un accordo di 17 pagine in cui c’è scritto che avrei corso in MotoGP a Misano, e Aragon, in Tailandia e in Giappone.  Non c'è nessun articolo che preveda di terminare il suddetto accordo prima del tempo.

Al momento in cui viene pubblicato questo comunicato stampa, non sono stato ancora ufficialmente informato dal team di alcuna modifica o cancellazione. L'unico contatto che ho avuto è stato ieri alle 16.30 durante la mia sessione di allenamento con Rubén Xaus: il proprietario del team ha chiamato Rubén per dirgli che non avrei corso ad Aragon perché la Dorna aveva richiesto un pilota spagnolo!

Rubén Xaus gli ha ricordato che non era possibile, a causa del contratto per quattro gare. Il proprietario del team ha spiegato che la decisione era principalmente dovuta a Cal Crutchlow e Jack Miller che hanno insistito e convinto altri piloti a escludermi.

Ha poi spiegato che i piloti della MotoGP hanno costretto la Dorna ad organizzare questa settimana una Grand Prix Commission per coinvolgere i piloti della MotoGP nella selezione delle sostituzioni!

Questa "commissione speciale" è stata creata DOPO la mia prima gara  in MotoGP e DOPO la firma del mio contratto e questo è stato detto al proprietario del team che ha risposto che ha fatto del suo meglio con la Dorna, chiedendo "cosa faccio con Ponsson ora che o questo contratto per quattro gare?”. La Dorna ha risposto che non erano affari suoi!

Mi sento davvero deluso e completamente disgustato da tutto ciò, e sto anche meditando se valga la pena continuare in questo sport!

Rubén mi ha lasciato dicendomi che avrebbe cercato più informazioni, di capire cosa stava succedendo, dato che è una situazione così folle. Verso le 18.00, abbiamo scoperto il post che informava che Jordi Torres è stato "invitato" da Avintia a correre ad Aragon!

Questo è quello che è successo e il modo in cui mi hanno potuto fermare anche se avrei dovuto correrea ltre tre gare.

Non abbiamo ulteriori spiegazioni per il momento, ma chiediamo spiegazioni chiare in quanto è importante capire perché il mio debutto in MotoGP sia stato sabotato!

È triste vedere come alcuni di questi piloti affermino di essere i migliori al mondo, sulle migliori moto del mondo, nel miglior campionato del mondo e poi degradino la loro reputazione improvvisando un Grand Prix Commission a causa di alcuni piloti che vogliono sbarazzarsi di un nuovo arrivato … non è un comportamento così da grandi!

Ci aspettavamo questi 'giochetti' nelle gare minori, non in MotoGP.

Ora la domanda è: perché Jordi Torrès che non ha guidato per un paio di mesi ed era disponibile per Misano, non è stato invitato subito dal team Avintia?

È chiaro che non avrei mai firmato un contratto per una sola gara in MotoGP, senza effettuare un test prima. Ero entusiasta della sfida e ho deciso di sacrificare il  campionato spagnolo Superbike, in cui corro attualmente, perché il contratto stabiliva chiaramente quattro gare, senza alcuna possibilità di diminuirle. Il team Avintia mi aveva offerto la possibilità di continuare a guidare fino alla fine dell'anno, a seconda dello stato di salute e dei tempi di recupero di Tito Rabat. Di conseguenza, si trattava di un minimo di quattro gare, ma potevano essere cinque, sei o addirittura sette!

Avevo fatto la scelta di utilizzare la gara di Misano come mio primo test in assoluto su una MotoGP perché sapevo di avere ancora tre gare per mostrare a tutti di avere un  posto in questo campionato!

Di seguito i comunicati rilasciati in francese e inglese:

Articoli che potrebbero interessarti