Tu sei qui

MotoGP, Dovizioso: "È giusto essere delusi"

"Potevo ottenere di più ma non ci sono riuscito, a volte capita non essere perfetti e dobbiamo imparare questa lezione"

MotoGP: Dovizioso: "È giusto essere delusi"

Il terzo posto al Red Bull Ring è un boccone troppo amaro da digerire per Dovizioso, non avrebbe neanche bisogno di parlare perché sulla sua faccia si legge chiaramente la delusione per un’occasione sprecata. I tempi in cui si accoglieva un podio come una vittoria sono passati e non avere potuto incrociare le proprie ruote con quelle di Lorenzo e Marquez pesa ad Andrea-

Quando puoi fare meglio e non ci riesci, è giusto e normale che ti girino le palle - ammette il Dovi - È stata solo questioni di piccoli dettagli che non mi hanno fatto essere competitivo quanto pensavo. Fin dall’inizio non sono riuscito a mettermi nella giusta posizione, dopo il sorpasso duro subito da Marquez nelle prime battute mi sono trovato 6°, mi sono subito rimesso in 3ª posizione e lì è iniziata la gara”.

Con Marc che ha tentato il forcing.

Non me lo aspettavo così aggressivo, all’inizio mi sono preoccupato ma dopo pochi giri mi sono accorto che non era più veloce di noi - racconta - Io ero dietro a Lorenzo, cercavo di superarlo ma non ci riuscivo. Jorge frenava forte ed era lento a centro curva, per provare a passarlo ho stressato troppo il posteriore e l’ho pagato”.

Se ne è accorto quando mancavano una decina di giri dalla fine.

Le gomme mi hanno mollato troppo presto, ma è impossibile sapere se ho chiesto troppo oppure se ho sbagliato la scelta dello pneumatico posteriore - riflette sulla decisione di montare la media - Con solo due turni di prove sull’asciutto può accadere di sbagliare, capita di non essere perfetti e dobbiamo imparare da questo errore. A volte riesci a leggere meglio il fine settimana, altre no”.

Ora Lorenzo è davanti a lui per un punto in classifica e Marquez sempre più distante (72 le lunghezze di svantaggio).

È inutile pensare troppo a Marc in questo momento - sottolinea - bisogna pensare a riprendere Valentino e a lottare con Jorge. La prossima gara sarà a Silverstone, dove l’anno scorso vinsi pur senza essere il più veloce, però Marquez ruppe il motore. Sicuramente saremo competitivi”.

E probabilmente dovrà vedersela un’altra volta contro Lorenzo. Marc ha detto di essere contento che Jorge lasci la Ducati per la Honda, questo rende di conseguenza preoccupato il Dovi?

Prima di rispondere preferisco vedere come andrà su quella moto” sorride.

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti