Tu sei qui

MotoGP, FP2: Yamaha alla riscossa con Vinales, 1° davanti a Iannone

Col terzo tempo la Ducati di Petrucci, seguito da Rossi e Crutchlow, 6° Dovizioso, 7° Lorenzo, 8° Marquez, unico tra i big con gomma usata

MotoGP: FP2: Yamaha alla riscossa con Vinales, 1° davanti a Iannone

Siamo solo al venerdì pomeriggio, ma la FP2 conserva già il sapore di un vero e proprio antipasto in vista delle qualifiche. Altro che fare calcoli e risparmiare le gomme, già perché negli ultimi minuti i piloti hanno pensato bene di scendere in pista con pneumatico soft e rincorrere il tempo.

Il migliore si è quindi rivelato Maverick Vinales,  autore del riferimento in 1’33”378. Una prestazione che gli ha permesso di portare la M1 davanti al gruppo, regalando il sorriso al pilota spagnolo. Ad avvicinarsi nel finale al portacolori Yamaha è stato Andrea Iannone, ma The Maniac ha dovuto fare i conti con 121 millesimi di gap.

Vinales a parte, Valentino Rossi (+0.401) conferma la competitività della M1 sul tracciato di Assen grazie al quarto crono, preceduto di soli 15 millesimi dalla prima delle Ducati, ovvero quella di Danilo Petrucci. Nonostante i quattro decimi dal compagno, il Dottore sembra fare la differenza nel tratto centrale della pista, lasciando per strada qualcosa nel primo settore.

Saltando in casa Ducati, Andrea Dovizioso (6° +0.481) e Jorge Lorenzo (7° +0.492)hanno fatto capire che anche loro saranno della partita, tanto da essere racchiusi in soli undici millesimi. Se alla vigilia sembrava esserci qualche preoccupazione riguardo le prestazioni della Rossa al Dutch, i primi due turni di libere hanno scacciato via gli interrogativi.

Alle spalle delle due GP18 ufficiali si inserisce la Honda di Marc Marquez (+0.663). Vietato però dare giudizi affrettati, dal momento che il 93 è stato l’unico tra i big a non scendere in pista con gomma soft, preferendo lavorare per tutta la durata del turno con lo pneumatico duro. Ad approfittarne è stato quindi Crutchlow (5°, +0.434), il più veloce con la Honda, mentre undicesimo Dani Pedrosa (+0.789) alle spalle di Johann Zarco (+0.755).

Tra i piloti presenti nella top ten, da registrare il nono tempo di Alex Rins (+0.669), mentre rimane fuori l’Aprilia di Aleix Espargarò, così come la GP18 di Jack Miller e la Honda di Franco Morbidelli. Una sessione incolore per il romano di Tavullia finito addirittura 22° dopo la mattinata.   

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti