Tu sei qui

MotoGP, Rossi: spero che Morbidelli sulla Yamaha non mi batta

Valentino scherza sul nuovo team con Petronas. Sulla sua situazione: "vedo Marquez distante. Spingo perché Yamaha reagisca"

MotoGP: Rossi: spero che Morbidelli sulla Yamaha non mi batta

L’annuncio che tutti si aspettavano ad Assen sull’accordo tra Petronas e Yamaha per il prossimo anno , non è arrivato. Non significa che sia stata una vera e propria fumata nera, semmai non tutti i dettagli sono ancora stati sistemati. La questione riguarda Valentino sotto due aspetti: altre due M1 in pista potrebbero aiutare per lo sviluppo, inoltre in predicato per salire su una delle moto giapponesi c’è il suo pupillo e allievo Franco Morbidelli.

Sinceramente, se penso a un miglioramento dei risultati in generale, avere quattro moto in pista non farebbe una grande differenza - spiega - Si potrebbero fare più prove e avere maggiori dati, ma possiamo farcela anche da soli. Capisco però che sarebbe un bene per Yamaha, soprattutto perché mi sembra un buon progetto con piloti forti”.

E qui si ricade sul tema Morbidelli.

Credo che sarebbe molto felice di guidare una Yamaha. Passo tanto tempo con Franco e conosco il suo potenziale, penso che già quest’anno lo stia dimostrando nonostante una situazione del team per nulla facile. Penso che sulla M1 sarebbe veloce, ma spero non così tanto da riuscire a battermi” scherza.

Magari troverà anche una Yamaha più competitiva di quella che stanno guidando Rossi e Vinales. Assen è una specie di circuito jolly per il Dottore, ma questo non basta a dargli ottimismo.

Questa è la pista in cui ho vinto di più in quella che può essere definita la mia seconda parte della carriera, il post Ducati - ricorda le 3 vittorie dopo il ritorno sulla Yamaha - Sulla carta dovremmo essere veloci, ma finché non entri in pista non puoi mai esserne certo. Sarebbe bello lavorare bene e riuscire a essere competitivo, ma a me piacerebbe riuscirci su tutte le piste”.

Per questo sperava che nei test dopo il GP di Barcellona Yamaha gli avesse riservato qualche sorpresa.

E invece qui correrò con una moto identica a quella usata in gara in Spagna - la doccia fredda - Ero ottimista per quelle prove, invece sono arrivati solo dei piccoli particolari e alla fine non sono riuscito a essere più veloce”.

A questo punto rimane un’ultima possibilità per voltare pagina: i test di Brno.

Io sto spingendo con forza perché accelerino i tempi ma, come al solito, Yamaha va piano. C’è anche da dire che poi non sbagliano quando portano gli aggiornamenti - dice Valentino - Cosa rispondono gli ingegneri alle mie richieste? Dicono di sì e di essere d’accordo con me” sorride.

Intanto il tempo passa e al Dottore non resta che rimanere attaccato alla seconda posizione in campionato con le unghie e con i denti.

Però non vedo Marquez vicino, al contrario è lontano - ammette - Non voglio dire che mi arrenderò, anzi continuerò a provarci. Ho fatto delle belle gare, sono salito sul podio, non sono arrivato al traguardo tanto staccato ma neanche così vicino da potere lottare per la vittoria”.

Gli errori degli altri lo hanno agevolato per la classifica, ma il campionato non sembra avere ancora preso una forma definita.

Mi aspettavo una stagione diversa, sia per quanto riguarda i risultati in generale che i miei, ma non l’ho ancora inquadrata - dice - Penso che gli equilibri possano ancora cambiare. In un certo senso, mi ricorda il 2014, quando Marquez era il più veloce e io stavo lì dietro”.

A proposito di sorprese, la rinascita di Lorenzo rientra fra quelle.

Mi sembra una situazione buffa - l’opinione di Valentino - Jorge e la Ducati hanno sofferto per un anno e mezzo, poi, quando è stato chiaro che se ne sarebbe andato, ha vinto due gare di fila. Neanche uno scrittore se lo sarebbe immaginato”.

Della storia fa parte anche l’ad di Ducati Claudio Domenicali, che spesso rivolge frecciatine a Lorenzo.

Lo faceva anche con me, dopo l’ingaggio di Lorenzo ha detto che avrebbero fatto meglio che con me. Alla fine, comunque, il nostro rapporto era buono” conclude.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti