Tu sei qui

MotoGP, Petrucci: l’aumento della temperatura mi ha rallentato

Danilo: “Ho perso tre volte lo sterzo e non riuscivo più a frenare forte. Lorenzo? È stato incredibilmente veloce, ma io aspetto Assen”

MotoGP: Petrucci: l’aumento della temperatura mi ha rallentato

È un ottavo posto che lascia del rammarico sul volto di Danilo Petrucci, dal momento che il ternano puntava a rimanere con i migliori al Montmelò, invece le gomme hanno giocato un brutto scherzo al portacolori Pramac. Fino al decimo giro è stato in lotta per la top five, poi ha perso terreno, senza più colmare il gap.”

“Sinceramente mi aspettavo di finire tra i primi cinque e portare casa un buon risultato – ha esordito Petrucci - mi sentivo davvero bene nelle prime battute di gara, riuscendo infatti a guidare in modo fluido. Poi purtroppo ho iniziato ad accusare diverse difficoltà in frenata, arrivando addirittura a perdere lo sterzo in tre occasioni”.

Danilo entra nel merito.  

Ero in lotta con Dani, ma non riuscivo più a frenare forte come volevo, dal momento che faticavo molto con l’aumento improvviso della temperatura all’anteriore.  La temperatura era davvero alta, avevo qualche problema, infatti Zarco e Vinales mi hanno passato, senza più riuscire a riprenderli”.

Petrucci guarda quindi avanti.

Ovviamente non posso essere felice per questo risultato, ma sono terzo nel Mondiale e la mia Ducati è la migliore in Campionato – ha ricordato - oggi Lorenzo è stato incredibilmente veloce, ma io aspetto Assen, una pista dove  non ci sono frenate brusche.  Nel 2016 ho disputato una bellissima gara, mentre lo scorso anno ho sfiorato la vittoria”.  

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti