Tu sei qui

MotoGP, Le Yamaha risorgono a Barcellona: 1° Vinales, 2° Zarco

I TEMPI DEI TEST. Con Rossi sono tre le Yamaha nelle prime 6 posizioni. Lorenzo è 3° davanti a Crutchlow e Dovizioso, 7° Marquez

MotoGP: Le Yamaha risorgono a Barcellona: 1° Vinales, 2° Zarco

La Yamaha può lasciare Barcellona con un una dose maggiore di ottimismo guardando la classifica al termine della giornata di test. Nei primi 6 posti ci sono infatti ben tre M1, con Vinales davanti a tutti, seguito da Zarco, mentre Rossi è appunto in 6ª posizione.

Maverick ha marcato la differenza, riuscendo a essere l’unico a scendere, nei minuti finali, sotto il 1’39”. Il corno dello spagnolo è stato di 1’38”974, decisamente il tempo più veloce mai fatto realizzare al Montmelò, ma è difficile fare confronti obiettivi sul recente passato considerate le modifiche al tracciato e soprattutto il nuovo asfalto.

A proposito della riasfaltatura, essendo test privati i piloti non hanno rilasciato dichiarazioni ma i tempi fatti segnare (in 8 sono stati sotto il 1’40”) parla per loro sulla bontà del lavoro fatto.

Tornando alla classifica Johann ha dimostrato il suo stato di forma, portando la Yamaha del team Tech3 al secondo posto a 0”277 dal compagno di marca. Buone notizie anche dal box della Ducati, con un Lorenzo molto veloce che ha terminato al 3° posto, a soli 6 millesimi da francese.

Un passo indietro rispetto al mattino per la Honda, con Cal Crutchlow il migliore al 5° posto (a più di mezzo secondo da Vinales) e Marquez al 7° (a più di 7 decimi). Sia il britannico che lo spagnolo, però, hanno fatto segnare il loro miglior tempo nelle prime ore del pomeriggio, quando le temperature erano più alte.

Si sono migliorati nei propri ultimi giri, invece, sia Dovizioso che Valentino. Il ducatista ha chiuso in 5ª posizione a 0”683 da Maverick, 51 millesimi più lento il Dottore. Andrea Iannone, con la Suzuki è invece 8° con un ritardo che sfiora il secondo. Più attardato il compagno di squadra Rins, solo 15° a 1”858.

I due ultimi posti nella Top Ten se li sono aggiudicati Nakagami sulla Honda e Aleix Espargarò sull’Aprilia, ma il loro gap supera abbondantemente il secondo. Bisogna però notare che lo spagnolo non ha migliorato il suo tempo nel pomeriggio e che con il suo crono del mattino (1'39"877) sarebbe in 8ª posizione nella classifica combinata dei tempi.  Undicesimo tempo invece per Bradley Smith, che ha alle sue spalle Redding, Pedrosa e Syharin. Il malese è stato protagonista di una scivolata senza conseguenze.

Chiudono la classifica Pol Espargarò, Guintoli, Callio e Simeon. Dopo la violenta caduta nella mattina, Tito Rabat ha passato il pomeriggio in ospedale. Gli esami hanno escluso fratture, ma serviranno altri accertamenti per sapere se ha riportato un lesione al legamento del gomito sinistro. Per questo motivo, il pilota di Avintia passerà la notte in ospedale e domani mattina si sottoporrà a una radiografia.

I TEMPI

Photo Credits Circuit de Barcelona

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti