Tu sei qui

MotoGP, Iannone: "Il futuro? Ho più proposte di quanto si pensi"

Andrea: "Rimanere in Suzuki? E' la priorità, ma sarà difficile. Ho sbagliato la scelta della gomma, avrei potuto lottare per la vittoria"

MotoGP: Iannone: "Il futuro? Ho più proposte di quanto si pensi"

Share


Oltre a Johann Zarco, anche Andrea Iannone ha approfittato della carambola tra Dovizioso, Pedrosa e Lorenzo per salire sul podio. The Maniac ha infatti battuto Danilo Petrucci in volata, confermando il terzo posto di due settimane fa in America. Non era mai successo prima d’ora nella sua carriera di andare a podio per due volte di fila.

Il risultato di Jerez rischia quindi di aver un peso determinante col mercato di mezzo.

“Non è facile scegliere – ha commentato il pilota di Visto - le mie intenzioni sono quelle di continuare con questa squadra, anche se non è così scontato. Lo dico perché quando hai delle opzioni importanti, a differenza di quanto gli altri pensano, dato che faccio poca pubblicità, non è facile. Da parte mia e di Suzuki c’è l’intenzione di proseguire insieme, ma non è quello che mi preme. L’importante è crescere ed essere competitivi”.  

L’attenzione si sposta poi sulla gara

“È stata bella tutta la gara – ha dichiarato Andrea – purtroppo ho commesso un errore prima del via, ovvero affidarmi alla gomma dura. Dispiace infatti non aver montato la media al posteriore, perché avevo il passo per rimanere col gruppo di testa – ha analizzato – ciononostante sono comunque felice per il risultato”.

In merito alla carambola tra i due piloti Ducati e Pedrosa, The Maniac non si sbilancia.

“Non ho avuto modo di vedere l’incidente – ha sottolineato –mi dispiace molto per loro, mentre noi dietro siamo stati fortunati”.

Nel finale di gara ha dovuto fare i conti con la Ducati di Petrucci.

Sia io che Danilo eravamo al limite – ha ricordato - sono entusiasta di essere in forma e avere la giusta fiducia con la Suzuki. La moto sta migliorando – ha avvisato - purtroppo non ho sfruttato il massimo del potenziale, infatti con le scelte giuste potevamo essere più vicini ai primi”.

Andrea entra poi nel merito, anche se dal suo volto trapela una certa fiducia, perchè il gap da migliora si sta riducendo

Qua a Jerez perdevo tanto in accelerazione, lamentando tra l’altro molto spinning – ha analizzato - purtroppo non riesco ancora a comportarmi bene come la Honda e la Ducati, di conseguenza devo faticare di più, forzando magari in frenata o in percorrenza”.

Ancora una volta Marc ha sbaragliato la concorrenza e The Maniac non si sottrae nel fargli i complimenti.

Marc è in uno stato di forma particolare, ma questo fine settimana non ero così distante da lui – ha sottolineato - ovviamente è un pilota difficile da battere, ma non impossibile. Credo che col tempo potremo giocarcela e lottare per la vittoria”.

Adesso testa rivolta a Le Mans

Arrivo alla prossima gara con le stesse sensazioni di sempre – ha concluso - dobbiamo continuare su questa strada con la consapevolezza nei nostri mezzi e nel lavoro”.

 

Articoli che potrebbero interessarti