Tu sei qui

MotoGP, Rossi: ho un conto in sospeso con Austin

"Lo scorso anno potevo essere competitivo ma ho sbagliato". Vinales promette battaglia: "sempre forte in Texas"

MotoGP: Rossi: ho un conto in sospeso con Austin

Il Gran Premio delle Americhe, in Texas, sarà il 500° per la Yamaha e la squadra giapponese non poteva arrivare a questo traguardo in modo migliore. Vinales ha vinto le prime due gare della stagione, mentre Valentino è sempre arrivato sul podio e i due guidano la classifica iridata.

Ora tocca ad Austin, il regno di Marquez, dove confermarsi potrebbe non essere così semplice anche se sia Maverick che Rossi sono carichi e pronti ad accettare la sfida con il campione del mondo.

La pista texana in passato ha sempre premiato Marc, ma questa volta il vento potrebbe cambiare. Il Dottore si sente pronto a provarci.

“Sono contento di essere in Texas, Austin mi piace veramente - dice - Le prime due gare della stagione sono andate bene e ora spero di migliorare le mie prestazioni nel primo giorno di prove libere. Abbiamo molto lavoro da fare, ma ho fiducia nella mia moto e nel mio team. La pista è molto difficile e mi piace guidare su questo tracciato”.

Anche se dodici mesi fa non era andato tutto per il verso giusto.

Ho un conto in sospeso con Austin perché l’anno scorso nel warm up avevo fatto un grande passo in avanti e potevo essere competitivo in gara ma sfortunatamente ho commesso un errore - ricorda - Quest’anno voglio provare a fare un buon risultato”.

Niente poi sembra impossibile per Vinales, che si è imposto come l’uomo da battere in questo inizio di campionato. Battere Marquez sul suo campo preferito avrebbe il sapore dell’impresa e Maverick sembra non volersi fare mancare nulla.

Sono contento che la prossima gara sia ad Austin perché è su quella pista che vinsi la mia prima gara in Moto2 e sono sempre stato molto forte lì - afferma - L’anno scorso ottenni uno dei miei migliori risultati e penso che il circuito si adatti bene al mio stile di guida. Mi piacciono le piste con salite e discese e non vedo l’ora di vedere come si comporterà la M1 e come mi sentirò a guidarla. Sono fiducioso e so che potrò avere un altro bel fine settimana”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti