Tu sei qui

MotoGP, Aleix Espargarò: con l'Aprilia il bicchiere è mezzo pieno

"Rallentato da due scivolate ma sono veloce anche con gomme usate". Lowes: "l'obiettivo è la zona punti"

MotoGP: Aleix Espargarò: con l'Aprilia il bicchiere è mezzo pieno

Share


A Losail la nuova Aprilia RS-GP 2017 ha confermato il percorso di crescita evidenziato nei primi due test a Sepang e Phillip Island. Aleix Espargaró si è ulteriormente avvicinato ai primi, in particolare nella seconda giornata di prove quando ha chiuso al quinto posto a soli 66 centesimi dalla vetta.

Nell'ultima giornata invece lo spagnolo è stato rallentato da due cadute. Soprattutto la prima arrivata mentre Aleix stava realizzando il suo miglior giro dopo essersi migliorato nel T1 e avendo realizzato il miglior parziale nel T2. La seconda scivolata lo ha addirittura costretto al cambio moto vanificando quindi ogni possibilità di abbassare il tempo.

Aleix, che ha anche provato in due run la nuova carena portante di Aprilia, si è così concentrato sul passo gara confermando, anche in questa situazione, le buone sensazioni avute sin dall’esordio sulla moto 2017. Il suo miglior tempo rimane così l’1’55.121 realizzato sabato che gli vale il dodicesimo posto nella classifica dei tre giorni.

Anche Sam Lowes è incappato in due scivolate, ma in ogni turno ha sempre fatto meglio del giorno precedente. Un segnale incoraggiante.

“Anche se oggi non è stato il migliore dei tre giorni sono comunque felice del nostro lavoroha spiegato Espargarò - All'inizio sono partito con una buona sensazione, riuscendo ad essere veloce anche con gomme usate. Forse anche a causa di queste buone sensazioni ho spinto un po' troppo con la gomma morbida, scivolando mentre stavo facendo un bel giro. La moto è stata riparata velocemente ma una seconda scivolata ci ha costretto ad utilizzare l'altra RS-GP, con un motore meno evoluto e con l'elettronica non perfettamente a posto. Per questo non sono riuscito a migliorare nella seconda parte della sessione ma vedo il bicchiere mezzo pieno: sul passo siamo cresciuti, il nostro livello è decisamente migliore rispetto a quanto mostra la classifica dei tempi”.

“Può sembrare strano ma proprio alla fine di questo ultimo giorno, quando sono scivolato, abbiamo trovato la modifica giusta al setup della RS-GP 2017 per aumentare la mia confidenza – ha rivelato invece Lowes - I nostri test sono stati particolari, abbiamo tante cose da provare e questo a volte ti impedisce di concentrarti sulla prestazione pura. Fa parte del mio percorso di crescita, in questo momento le sensazioni in sella sono più importanti del tempo sul giro e ho imparato tanto anche dalle situazioni meno positive. Guardo alla gara con ottimismo, il lavoro fatto sull'anteriore della moto mi ha dato la fiducia che mancava e ora la zona punti, obiettivo che mi sono fissato per la prima gara, appare decisamente alla nostra portata. Costruiremo il nostro primo weekend sulla base di quanto trovato oggi: una bella base di partenza”.

Articoli che potrebbero interessarti