Tu sei qui

MotoGP, Di Giannantonio: "Per il mio futuro ho due strade da scegliere, una è restare"

"“Credo che i miglioramenti siano stati evidenti e quest’anno ho raggiunto un ottimo livello di prestazione. Essere sul podio al Mugello sarebbbe molto bello"

MotoGP: Di Giannantonio:

La top five di Barcellona è stata la sua miglior prestazione da inizio stagione ad oggi. Fabio Di Giannantonio si presenta quindi carico al GP del Mugello con l’obiettivo di confermare i recenti passi avanti con la GP23. Da parte sua c’è fiducia, ma soprattutto la voglia di puntare a un risultato di spessore in quella che è la gara di casa.

“Quest’anno siamo partiti bene, c’è fiducia e stiamo cercando di fare nel nostro meglio – ha detto - purtroppo nei primi giri perdo troppo tempo, ma siamo vicini ai piloti più veloci. Ora siamo qua al Mugello, una gara speciale per noi italiani e sarebbe bello essere sul podio”.

Quanto sei cresciuto in questa stagione?
“Credo che i miglioramenti siano stati evidenti e quest’anno ho raggiunto un ottimo livello di prestazione. Ho lavorato molto su questo aspetto, ho grande fiducia col team perché ci sono persone molto in gamba. Loro mi stanno aiutando e per il futuro sto lavorando con l’intento di crescere e mi piacerebbe avere una moto ufficiale in modo da giocarmela alla pari con gli altri”.

Cosa puoi dirci in merito al 2025?
“Al momento sto lavorando su due strade, una di queste è proseguire con Pertamina VR46. Ancora è presto per dire cosa fare, ma più avanti sapremo tutto”.

Come giudichi la penalità di Enea a Barcellona?
“Ne abbiamo parlato dopo la gara e una cosa del genere è già successa a Le Mans. Quando ti infliggono una penalità del genere non è il massimo. Sarebbe bello se i team o i piloti potessero parlare nell’immediato con i commissari in modo di avere una scelta più equa. Al momento però questo è il regolamento e bisogna accettarlo”.

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy