Tu sei qui

Ciabatti: "il GP di Buriram la migliore pubblicità per la MotoGP"

"Sorpassi al limite ma nella correttezza. Bellisime le rimonte di Pecco ma meglio partire in prima fila per giocarsi meglio le vittorie. Grazie al secondo titolo Superbike di Bautista un sabato memorabile"

MotoGP: Ciabatti: "il GP di Buriram la migliore pubblicità per la MotoGP"

Share


Al termine del GP della Thailandia, appena un giorno dopo la vittoria del secondo titolo di Bautista, incontriamo Paolo Ciabatti per due battute a caldo sulla gara e sui successi di una Ducati che negli ultimi due anni si è resa protagonista indiscussa sia in MotoGP che in Superbike.

"Credo sia stata una delle gare più belle degli ultimi anni, la migliore pubblicità per la MotoGP - commenta a caldo Paolo Ciabatti - quando si ha uno spettacolo del genere è davvero il campionato di motorsport più bello del mondo. In questa gara abbiamo visto tre piloti che hanno provato in tutti i modi a vincere dando spettacolo con manovre anche estreme".

Il pensiero va anche a quel tentativo di sorpasso di Bagnaia sull'esterno al penultimo giro.
"Si, ci hanno provato ma senza alcuna scorrettezza, che è la cosa più importante. Voglio fare i miei complimenti a Jorge che è in un momento di forma spettacolare, i complimenti a Binder che ha fatto una bellissima gara e ovviamente i complimenti a Pecco, che da qualche gara trova qualche difficoltà al sabato, ma riesce a trovare sempre una soluzione per la domenica di gara".

In gara Pecco partiva infatti sesto dalla seconda fila, su di un circuito in cui i tempi tra i piloti sono stati strettissimi per tutto il weekend ed i sorpassi resi ancor più difficili dalle condizioni del tracciato e delle temperature.
"E' chiaro che dover superare piloti veloci come Aleix e Luca Marini ti porta a stressare di più moto e gomme, quindi dobbiamo lavorare per tornare in prima fila in qualifica. Idealmente sarebbe meglio partire subito davanti e potersi giocare poi la vittoria senza dover fare rimonte, che sono bellissime da vedere ma che portano moto e pilota a non essere in forma ottimale nelle ultime fasi di gara".

Il sabato Thailandese ha visto però anche un altro successo Ducati, quello di Alvaro Bautista che ha conquistato il titolo in Superbike per il secondo anno consecutivo. Con la certezza che anche in MotoGP, numeri alla mano, sarà un pilota Ducati ad ottenere il titolo, per Borgo Panigale il 2023 è stato l'anno delle riconferme.
"E' stato un sabato memorabile - prosegue - di fatto abbiamo vinto per la seconda volta il titolo in Superbike, e sappiamo che sarà così anche in MotoGP anche se con l'incognita di quale tra i tre piloti, Pecco, Jorge o Marco, in lizza per il titolo. Questa riconferma in entrambi i campionati rappresenta un evento storico, che ci rende pieni di soddisfazione in Ducati", ha poi concluso.

Articoli che potrebbero interessarti