Tu sei qui

MotoGP, Pedrosa: "La telefonata con Marquez? Voleva un diverso punto di vista"

"Lavorando per KTM non potevo dargli consigli, la sua chiamata mi ha sopreso. Non ho dubbi sul suo talento e non vedo una ragione perché non sia veloce sulla Ducati"

MotoGP: Pedrosa: "La telefonata con Marquez? Voleva un diverso punto di vista"

Share


Marc Marquez aveva rivelato a DAZN che per chiarirsi le idee sul suo futuro aveva chiamato una persona in particolare: Dani Pedrosa. “Volevo un consiglio da pilota a pilota” aveva spiegato. I due spagnoli avevano diviso il box del team ufficiale Honda dal 2013 al 2018 e il loro rapporto è rimasto forte nel tempo, per questo motivo il pilota di Cervera ha deciso di parlare con l’ex compagno di squadra.

Domenica, dopo il GP di Motegi, avevo ricevuto un messaggio da Marc in cui mi chiedeva se avrebbe potuto chiamarmi. Ero sorpreso” ha raccontato Dani a motogp.com.

Marquez non ha rivelato cosa si siano detti i due e nemmeno Pedrosa ha voluto entrare nei particolari.

Non posso dirvi i dettagli - ha spieagato - Voleva cambiare e fare un’altra esperienza, lavorando per KTM non potevo dargli consigli su quello che doveva fare, ma ci siamo scambiati informazioni. Forse perché anch’io, come lui, sono stato per tanto tempo con Honda, voleva avere un diverso punto di vista. Era difficile scegliere perché aveva un contratto e romperlo non è mai facile”.

Forse quella telefonata ha tolto gli ultimi dubbi a Marc, che dal prossimo anno guiderà una Ducati con i colori del team Gresini.

Non ho dubbi sul suo talento e sulla sua capacità di andare forte, lo ha fatto in 125, in Moto2 e in MotoGP. Non vedo una ragione perché non debba adattarsi alla Ducati” è certo Pedrosa.

Articoli che potrebbero interessarti