Tu sei qui

MotoGP, Bagnaia: "Essere il pilota più forte mi emoziona di più di essere campione"

"Se userò l'1 o il 63? Deciderò martedì, appena prima di fare le foto per la presentazione. Al primo appuntamento con Domizia sono finito contro un palo con l'auto, mi ha concesso un'altra uscita e ho capito che mi voleva bene"

MotoGP: Bagnaia: "Essere il pilota più forte mi emoziona di più di essere campione"

Share


Pecco Bagnaia è stato ospite di ‘Che Tempo che Fa’, su Rai3, intervistato da Fabio Fazio sul suo recente successo in MotoGP sulla Ducati, che l’ha accompagnato in studio. Per il campione del mondo è stata l’occasione di parlare di se stesso e dell’impresa dello scorso anno.

Fra il pubblico, c’erano mamma Stefania, la sorella Carola e la compagna Domizia, a cui ha chiesto di sposarlo il 24 dicembre. “Al nostro primo appuntamento, in Piazza Castello a Torino, c’era il pavé bagnato e ho preso un palo con la macchina. Lì ho capito che mi voleva bene perché c’è stata una seconda uscita” ha scherzato Pecco.

Il pilota della Ducati ha raccontato anche i suoi inizi in moto da bambino: “la mia prima moto mi è stata regalata dal nonno materno, la costruì lui e aveva 3 ruote. A cinque anni ricevetti una minimoto da cross e cercavo toccare con ginocchio per terra, da lì si è capito che la mia strada era la velocità”.

Una strada che l’ha portato sul tetto del mondo: “ogni tanto ci penso, mi dico che sono il pilota più forte in moto al mondo e questo mi emoziona quasi di più che essere il campione della MotoGP. Quando firmai il contratto con Ducati sapevo che mettendo a posto tutto saremmo riusciti a ottenere insieme un grande risultato”.

Anche Valentino Rossi è intervenuto con un messaggio al suo allievo.

Ho chiesto a Valentino di seguirmi come coach, ma so che per lui difficile conciliare tutto, le gare in auto e fare il papà - ha detto - Ci siamo sentiti tanto al telefono quest’anno  e quando è venuto a GP gli ho chiesto di andare in pista a vedermi. Valentino è il mio idolo da sempre, mi ha insegnato a rimanere calmo, godere di ogni momento e festeggiare”.

In tanti si chiedono se Bagnaia quest’anno userà il numero 1 o il 63 sulla Ducati. La risposta? Bisognerà aspettare ancora qualche giorno: “in questo periodo ho cambiato idea tantissime volte, prima avevo scelto l’1, poi in vacanza il 63: quindi deciderò martedì, quando faremo le foto per la presentazione. Arriverò con i due numeri e attaccherò quello che sentirò in quel momento”.

Articoli che potrebbero interessarti