Tu sei qui

MotoGP, Petrucci: “Se non rinnovo con KTM non penso che andrò in Superbike”

“La mia carriera è sempre stata una sliding doors e il mio futuro verrà deciso dopo questo mese. Il nuovo telaio lo utilizzerò lunedì”

MotoGP: Petrucci: “Se non rinnovo con KTM non penso che andrò in Superbike”

Share


KTM ha annunciato Gardner in Tech3 per la prossima stagione, mentre il secondo pilota rimane ancora un interrogativo. Da una parte c’è infatti Danilo Petrucci, che punta alla conferma, dall’altra Raul Fernandez, intenzionato a compiere il salto in top class.

Danilo è consapevole che la situazione è tutt’altro che semplice, ma lui non vuole certo gettare la spugna prima del tempo. Anzi, punta bene a rilanciarsi a partire da questo fine settimana. A Barcellona il ternano cerca infatti conferme e certezze.

Gardner sta facendo molto bene e merita sicuramente questa opportunità – ha esordito - penso sia un percorso naturale quello di approdare in MotoGP. Al momento non ho ancora info in merito al mio futuro, di conseguenza aspetteremo questo mese, anche se non so quando KTM deciderà. Personalmente non sono preoccupato, dato che non tocca a me decidere. Come detto nulla è ancora deciso, ma so che devo dare il massimo e mi piacerebbe continuare con loro. Ovviamente ci sono alcuni aspetti su cui confrontarci, visto che questa esperienza è iniziata da poco e di  conseguenza mi piacerebbe continuare e accumularne di ulteriore”.

Dal volto di Danilo sembra trapelare grande consapevolezza.
“So bene quale sia la situazione e non ho molti rimpianti in merito a quanto fatto ad oggi.  Sono arrivato in MotoGP a 21 anni e ho sempre fatto di tutto per rimanere in questo paddock. Al momento sono uno dei più vecchi, ma come già detto ho sempre dato tutto”.

La questione rinnovo è sicuramente il tema clou attorno a Petrucci. A Danilo viene quindi domandato se ha parlato con Gresini oppure con qualche squadra SBK.
“Non ho ancora parlato con altre squadre e non penso che in caso di mancato rinnovo correrò in Superbike. So però che il futuro è nelle mie mani, dal momento che sono consapevole di essere veloce. In questo momento fatico, ma dentro di me ho un unico obiettivo, ovvero rimanere in MotoGP”.

A quanto pare l’alfiere Tech3 è abituato alle questioni di rinnovi annuali.
“Questa è una situazione a cui sono abituato anche se non ci abitua mai, dato che non ho mai avuto un biennale per essere tranquillo. È un po’ come il film di sliding doors, a volte sembra che non ce la faccio a salire sul treno, poi invece ci riesco. Il fatto è che gli anni passano e ci sono tanti piloti giovani che puntano ad arrivare in MotoGP. Io sono convinto di essere ancora veloce, anche se serve un lavoro di gruppo con maggior tempo”.

A proposito di lavoro, lunedì potrebbe esserci qualche novità nel box.
“Questo weekend avrò la stessa moto del Mugello. Il nuovo telaio? Non ne abbiamo ancora parlato, dovremo provarlo lunedì in occasione dei test".

La conclusione è invece per quanto riguarda la velocità in sella alla RC16.
“È una questione di fisica, dato che bisogna lavorare sulla distribuzione dei pesi e ci sono molte cose da cambiare. Lo scorso anno, quando era in Ducati, non mi era stato dato il miglior materiale e di questo aspetto non ne soffrivo, anche se è vero che avevo iniziato il Mondiale avendo già firmato con KTM. Negli anni precedenti infatti non si è verificata”.  

 

Articoli che potrebbero interessarti