MotoGP, Miller: "Aiutare Dovizioso? In qualifica è impossibile farlo"

"In gara è più facile. Frustrante avere ricevuto la penalizzazione per la bandiera gialla 15 minuti dopo, sarei potuto entrare direttamente in Q2"

Share


Non è la prima volta che Jack Miller toglie le castagne dal fuoco alla Ducati, ma ad Aragon ha fatto quasi un miracolo. Finite le FP3, tutte le Desmosedici erano in Q1, un perfetto disastro. All’ultima occasione per prendersi un posto nelle prime quattro file, l’australiano di Pramac non ha sbagliato, come nemmeno Petrucci. Il problema è stato che l’unico uomo di classifica di Borgo Panigale, Andrea Dovizioso, è rimasto così escluso dalle Q2.

C’è chi ha pensato che, in questi casi, bisognerebbe fare giochi di squadra improbabili, e per Miller impossibili.

Non c’è nessun ordine di scuderia - ha sgombrato il campo Jack - In Q1 non puoi aiutare nessuno, anche perché non era solo una questione fra Ducati, c’era anche Binder molto veloce. In gara può essere un po’ più facile fare certe strategie, ma in qualifica ognuno pensa per sé”.

Il suo ragionamento non fa una piega e comunque non è l’australiano il bersaglio di Dovi. Ora Jack può pensare alla gara, ma non prima di dire la sua sul giro cancellato nelle FP3, quello che lo avrebbe messo direttamente in Q2.

La cosa frustrante è stato dovere aspettare 15 minuti per sapere di essere stato penalizzato - ha spiegato - Nel giro dopo, alla curva 8, avevo rallentato perché non volevo prendere troppi rischi, avendo già fatto il tempo. Non avevo visto bandiera per niente, solo che c’era della sabbia in pista, infatti avevo frenato anche un po’ prima, in quel punto”.

Domani scatterà dalla seconda fila.

Il quinto posto va bene - ha espresso soddisfazione - Ho fatto dei piccoli passi in avanti nelle FP4 col setup della moto, mi sento abbastanza mio agio ma bisogna trovare qualcosa in più per domani. Mi serve un po’ più fiducia all’anteriore anteriore, nel primo settore settore della pista, allo scollinamento della curva 5 lo sento galleggiare un po’. Se miglioreremo in quel punto penso che potrò essere più veloce.  Non so cosa aspettarmi dalla gara gara, ho fatto tanti giri per cercare di capirlo, ma questo condizioni sono complicate per le gomme, il consumo eccessivo potrà essere il più grande problema”.

Share

Articoli che potrebbero interessarti