MotoGP, Jack Miller: "L'obiettivo in gara sarà schivare tutti i tear off"

"Manca grip ed è impossibile essere aggressivi. Mettersi davanti alle Yamaha alla partenza sarà fondamentale, come non surriscaldare le gomme"

Share


Nonostante Jack Miller sia stato nettamente il migliore pilota Ducati, non sembra esserne particolarmente felice. “Sono al settimo cielo” sorride commentando il suo 4° posto sullo schieramento a Barcellona, in mezzo al plotone Yamaha. L’australiano di Pramac ha salvato (insieme a Zarco, 7°) la giornata della Rossa ma sa che non potrebbe bastare per domani.

Oggi mi sentivo maggiormente a mio agio in sella - spiega - Soprattutto per la mancanza di vento, ma anche per alcune modifiche al setup. In gara cercherò di evitare i tear off e se non farò la fine di una bistecca alla curva 10, poi tutto andrà bene” ironizza ricordando la visiera di Quartararo risucchiata dalla sua Desmosedici a Misano.

Il problema, al Montmelò, è che non riesce a forzare a causa delle gomme.

Penso che questa sia la situazione più strana che abbiamo trovato - continua Jack - Devi essere molto dolce nella guida, non puoi assolutamente essere aggressivo. Soprattutto alle curve 4 e 9, appena cerchi di forzare senti l’anteriore scivolare. Per lo stesso motivo, abbiamo anche dovuto lasciare più libero il freno motore, in modo che sia meno invasivo”.

Più o meno tutte le Ducati sembrano soffrire la mancanza di grip.

Non guardo molto i dati degli altri piloti, tranne a Misano dove Pecco era velocissimo - continua - .

Resta da capire quali saranno le sue possibilità in gara.

Come tutte le domeniche proverò a salire sul podio, nelle FP4 ha fatto 21 giri con la stessa gomma posteriore, di più con l’anteriore, ed era andata bene - dice Miller - Mettersi davanti alla Yamaha sarebbe fondamentale, la prima curva è distante quindi avrò la possibilità di fare una bella partenza. Però bisognerà anche stare attenti a non scaldare troppo le gomme come ho fatto nelle prima gara di Misano. Un problema delle Michelin è che se forzi troppo nei primi 4 o 5 giri, e le surriscaldi, peggiori di molto la loro durata, specialmente al posteriore e a Barcellona è facile farlo perché ci sono forti accelerazioni a moto piegata”.

Share

Articoli che potrebbero interessarti