Tu sei qui

MotoGP, Albesiano: "Aprilia sta ritrovando l'equilibrio perso"

I TEMPI DEL MATTINO DAI TEST A MISANO. Un nuovo motore per la RS-GP: "è quello che ci mancava, non servono rivoluzioni"

MotoGP: Albesiano: "Aprilia sta ritrovando l'equilibrio perso"

I test odierni a Misano sono particolarmente interessanti per Aprilia, che sta provando alcune evoluzioni sul suo 4 cilindri. Gli uomini di Noale stanno lavorando sodo per recuperare il gap dai migliori e Redding e Aleix Espagarò stanno collaudando alcune soluzioni che potrebbero essere utili per l’ultima parte della stagione.

I primi risultati sembrano essere incoraggianti e il primo a essere soddisfatto è il responsabile corse di Aprilia Romano Albesiano.

“I dati che abbiamo raccolto questa mattina sono stati estremamente positivi, abbiamo delle indicazioni molto, molto buone - dice soddisfatto durante la pausa per il pranzo - Ce lo aspettavamo perché abbiamo dei nuovi componenti motore che erano in programma da mesi, ma serviva tempo per averli. Le prime impressioni sono positive, probabilmente è quello che ci mancava. Rappresentano un tassello importante per dare equilibrio alla moto”.

Proprio su questo punto Albesiano spinge: ritrovare un bilanciamento ottimale per la RS-GP.

La moto che troverà Iannone, quella per il prossimo anno, sarà un’evoluzione dell’attuale - spiega - Non ci saranno stravolgimenti, perché penso che la base sia buona, la moto ha solo bisogno di trovare equilibrio perso, sia in termini di erogazione motore che di consumo gomme. Al momento il nostro obiettivo è essere nei primi 10 in modo regolare, una volta in quelle condizioni puoi poi sfruttare la situazione per fare qualcosa in più”.

Al momento il riferimento in MotoGP è Ducati e Romano segue con interesse i rivali.

“In termini di prestazione pura , parlando di motore, penso siano 10 anni che Ducati ha un vantaggio e apparentemente continua a averlo, per raggiungerli ci vorrà del tempo - dice - Il nostro livello è sufficiente, dobbiamo solo trovare un equilibrio generale della moto. Abbiamo progetti innovativi e ambiziosi per il futuro”.

Intanto si continua a lavorare per il futuro prossimo, con la costituzione di un test team e un rafforzamento della struttura.

Abbiamo già definito alcune new entry, su altre stiamo lavorando, è fisiologico che ci si uno scambio di tecnici in entrata e in uscita” non si sbottona.

Intanto, i tempi ufficiosi del mattino indicano le Ducati davanti a tutti, con Honda e Yamaha all’inseguimento. Buoni anche i risultati cronometrici di Aprilia con Redding che ha lavorato soprattutto sul passo, mentre Aleix ha provato anche un nuovo telaio.


I TEMPI DEL MATTINO

1. Jorge Lorenzo (Ducati) 1’32”4

2. Andrea Dovizioso (Ducati) 1’32”5

3. Valentino Rossi (Yamaha) 1’33”2

3. Cal Crutchlow (Honda) 1’33”2

4. Maverick Vinales (Yamaha) 1’33”4

5. Scott Redding (Aprilia) 1’33”8

Articoli che potrebbero interessarti