Tu sei qui

MotoGP, Dovizioso: il pronostico? al Mugello sarò veloce

Andrea non si sbilancia dopo i test. Lorenzo sicuro: "potrò lottare per il podio". In pista su una Ducati ufficiale anche Michele Pirro

MotoGP: Dovizioso: il pronostico? al Mugello sarò veloce

Share


È passato un anno, ma l’immagine di Dovizioso vittorioso sulla Ducati al Mugello è impressa nella mente di tutti i tifosi. Quel successo fu il primo nel 2017 per Andrea e da lì iniziò la sua rincorsa al titolo che si sarebbe fermata solo a Valencia.

Fu un fine settimana tutto tricolore che il Dovi vorrebbe ripetere dopo le ultime due gare in cui troppe cose non sono andate come si sarebbe aspettato. Il risultato è un distacco in classifica da Marquez pensante (49 punti) che bisogna al più presto ridurre per continuare a sperare.

Un’impresa non facile considerando che nei test sulla pista toscana Marc è stato il più veloce, ma Andrea e la sua Desmosedici hanno delle carte da giocare.

E’ difficile fare previsioni per il GP d’Italia, perché quest’anno ogni gara fa storia a sé - riflette il Dovi - ma, anche se i nostri principali rivali sono stati velocissimi nel test di qualche settimana fa, noi abbiamo dimostrato di essere sempre molto veloci in gara e sicuramente saremo competitivi al Mugello. Lo scorso anno io e Petrucci abbiamo fatto la differenza per stare davanti e sono molto fiducioso perché quest’anno abbiamo dimostrato di essere veloci su quasi tutte le piste. Peccato per i tanti punti che abbiamo perso nelle ultime due gare, ma non ci dobbiamo pensare perché il campionato è ancora molto lungo”.
 
Jorge Lorenzo ha vinto 5 delle ultime 7 edizioni del GP di Italia, ma ci è riuscito con la Yamaha. La situazione sulla Rossa è ben più complicata, ma il maiorchino vuole ancora dimostrare che non tutto è perduto e, anche se la storia sta volgendo al termine, è ancora possibile ottenere qualche soddisfazione.

Arrivo al GP d’Italia con il massimo entusiasmo per ottenere un risultato positivo che confermi la giusta direzione in cui stiamo lavorando ultimamente - dice Jorge - Ci manca poco per lottare per il podio, e abbiamo solo bisogno di un altro piccolo passo avanti per essere davvero competitivi: penso che al Mugello potremo riuscirci. Il test di Barcellona della scorsa settimana è andato molto bene e qui avremo qualcosa di nuovo per migliorare l’ergonomia della mia moto che penso possa aiutarmi a essere più costante durante l’intera gara. Il Mugello è un posto speciale, è tra i miei circuiti preferiti e su questa pista ho tanti bei ricordi. Sono pronto e davvero carico”.
 
Per il GP di casa, Ducati schiererà anche Michele Pirro, alla sua prima wild card stagionale. Il collaudatore pugliese è desideroso di togliersi la ruggine e già in passato ha già dimostrato di potersi togliere qualche soddisfazione quando si presenta l’occasione.
 
Finalmente, dopo tanti mesi, è arrivato anche per me il momento di scendere in pista nella MotoGP: correre in questo campionato è la cosa che mi piace di più e ringrazio come sempre la Ducati che mi ha dato l’opportunità di poter correre con la terza moto ufficiale qui al Mugello -le sue parole - Sarà una gara molto importante per noi, da tutti i punti di vista, e quindi cercherò di fare del mio meglio e dare il massimo supporto alla squadra, anche per quanto riguarda le informazioni. Sono davvero contento e non vedo l’ora di scendere in pista, perché è sempre una grande emozione correre davanti al pubblico di casa e ai tifosi Ducati”.

Articoli che potrebbero interessarti