Tu sei qui

MotoGP, Risse, KTM: "Non escluderei un 4 in linea per il motore 2027"

Il cambio regolamentare apre a nuove ipotesi, il DT della Casa austriaca: "Quello che posso dire è che abbiamo già deciso un concetto di motore, ma non posso rivelare quale sia oggi"

MotoGP: Risse, KTM:

Quando cambiano le regole del gioco nel Motorsport, è sempre il momento perfetto per un azzardo, per tentare nuove strade e magari spingere la sperimentazione su livelli ancora più elevati. Nel 2027 cambieranno le regole in MotoGP e gli ingegneri sono ovviamente già al lavoro quanto meno per delineare i temi tecnici da affrontare visti i cambiamenti che ci saranno. Eliminati gli abbassatori e limitata l'aerodinamica, il motore sarà oggetto di una riduzione di cilindrata che passerà dq 1000 cc a 850 cc. 

Attualmente tutti quattro Costruttori utilizzano il V4, mentre la sola Yamaha è rimasta legata al 4 in linea, che anche Suzuki portava in gara prima di ritirarsi. Ma qualcosa potrebbe cambiare perché il Direttore Tecnico di KTM ha spiegato ai colleghi di Speedweek che il nuovo regolamento è terreno fertile per un eventuale cambio di passo. Risse ha anche spiegato quanto cambieranno le prestazioni dei motori. 

"Se utilizziamo come base di calcolo i parametri ora fissati, gli 850 produrranno circa 30-40 CV in meno - ha spiegato Risse - È vero che dal 2027 ci saranno ancora 20 litri a disposizione per un GP e 11 litri per uno sprint. Il tema del carburante in genere non è per nulla banale, anche perché poi utilizziamo combustibili prettamente non fossili. E non è stato ancora testato in che misura il consumo di carburante cambierà con le nuove specifiche della benzina".

Non sono stati valutati altri frazionamenti, restando fedeli al 4 cilindri come unica opzione per i progettisti. 
"Tutti sono stati d'accordo d'accordo di mantenere l'attuale base a quattro cilindri utilizzata da tutti i Costruttori, che consente comunque la differenziazione. Ciò che tutti i soggetti coinvolti non volevano era che si arrivasse a schemi troppo diversi"

Poi l'apertura verso uno schema inedito per KTM. 
"Ha sicuramente senso guardare altre versioni del motore a quattro cilindri. Non escluderei nemmeno un quattro cilindri in linea. Quello che posso dire è che abbiamo già deciso un concetto di motore, ma non posso rivelare quale sia oggi".

Sarebbe senza dubbio un cambio epocale per KTM ed anche un segnale importante riguardo il futuro di Case come Yamaha, che ha sempre creduto nel 4 in linea anche quando le prestazioni dei concorrenti motori V4 hanno surclassato la M1 in termini di potenza e velocità massima. Forse queste nuove regole porteranno più cambiamenti di quanti inizialmente ipotizzato. 

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy