Tu sei qui

MotoGP, Quartararo: "con Yamaha non ho ancora firmato, lunedi forse potrò dire di più"

"Se ne sta occupando il mio manager. Marquez? Jerez è uno dei suoi tracciati migliori, non lo si può ignorare. Jerez non sarà come Portimao, ma il nostro passo è ottimo"

MotoGP: Quartararo: "con Yamaha non ho ancora firmato, lunedi forse potrò dire di più"

Share


Dopo la vittoria nello scorso GP di Portimao, Fabio Quartararo continua a mostrare i denti anche sul circuito di Jerez, conquistando la prima fila alle spalle del poleman Bagnaia. Se però in qualifica il francese inseguiva il giovane italiano con 4 decimi di ritardo, nel campionato la situazione è opposta. La classifica vede il pilota francese del team Yamaha in testa con 69 punti, a parimerito con Rins e la sua Suzuki, mentre per Pecco, lanciato al suo inseguimento, la strada si presenta in salita coi suoi 31 punti dopo un inizio di stagione incerto.

Pecco ha interrotto la tua serie di pole con un giro incredibile, ma il tuo passo durante le FP3 ed FP4 era molto veloce.
"Si, oggi ero molto lontano dai suoi tempi - ci racconta Fabio - sono rimasto sorpreso dalla sua performance date le condizioni del tracciato. Abbiamo lavorato bene sul passo gara durante le prove libere sia con gomme nuove che usate, quindi abbiamo una buona base di partenza per la gara di domani, anche se nulla è già deciso, domani le condizioni della pista potrebbero cambiare. Lo scorso anno qui a Jerez abbiamo ottenuto un buon risultato, quindi credo che domani potremo fare bene".

Pensi che domani in gara vedremo ripetere la tua fuga verso la vittoria che hai dimostrato a Portimao?
"Jerez è un circuito molto diverso da Portimao, ed anche le mie sensazioni in pista non sono le stesse della settimana scorsa. In Portogallo mi sentivo completamente fiducioso, qui sono abbastanza convinto della mia performance ma non al livello della scorso circuito. Il passo è ottimo ma non so se sarà sufficiente per ripetere Portimao. Idealmente essere nel gruppo di testa fin da subito sarà il primo passo verso la vittoria".

Pecco sembra essere tornato ai livelli della scorsa stagione, quanto sarà importante per te chiudere la gara di fronte a lui?
"Ovviamente qualsiasi pilota corre per finire davanti agli altri, oggi Pecco è stato molto veloce, se fossimo nelle ultime gare sicuramente sarebbe importante, ma non è questo il caso. Penso che l'obiettivo in questo momento debba essere fare una buona partenza e vedere via via durante la gara adeguandomi anche alle condizioni del tracciato, che potrebbero anche cambiare per quanto riguarda le temperature".

Alcuni piloti si sono lamentati del non funzionamento del dispositivo holeshot, quanto sarà importante il suo utilizzo su questo circuito?
"Il mio sembra funzionare a dovere. Penso che sarà importante, la distanza tra la linea di partenza e la prima curva è breve quindi riuscire a chiuderla davanti agli altri sarà un grosso vantaggio".

Il circuito in alcune zone presenta ancora alcune zone di asfalto bagnato, potrebbero essere un problema?
"Sembra che Pecco non ne abbia trovate - continua scherzando il pilota francese - ne ho viste alcune alla curva 8, in effetti possono risultare fastidiose ma sarà così per tutti. Basta evitarle girandoci dietro, ma naturalmente se qualcuno decidesse di compiere un sorpasso in quel punto, potrebbe rischiare di cadere e portare qualcun altro con sé. Il problema non sono tanto le zone bagnate, quanto la pericolosità delle curve in cui sono presenti".

Lo scorso anno abbiamo assistito ad alcune cadute, anche pericolose. Pensi che il circuito sia migliorato?
"Credo che la sicurezza alla curva 7 sia migliorata, ma sicuramente ci sono altri punti in cui le vie di fuga potrebbero essere migliorate ancora".

Pensi che Marc domani, nonostante parta più indietro in griglia, potrà essere tra i piloti in lizza per la vittoria?
"Non si può mai ignorare Marc, specialmente su uno dei suoi circuiti migliori in cui ha vinto molte gare".

Alcune voci sostengono che tu abbia già firmato il rinnovo del contratto con Yamaha.
"Sinceramente preferisco concentrarmi sul weekend di gara. Il mio manager se ne sta occupando ma ancora non ho firmato nulla. Lunedì forse potrò dirvi di più in merito".

Articoli che potrebbero interessarti