Tu sei qui

MotoGP, La mamma di Rossi, Stefania: "Valentino non si è fatto condizionare"

"Ha fatto bene a prendersi il suo tempo, sono fiera di lui". Su Luca Marini: "è concentrato, ma per vincere il titolo tutto deve essere perfetto"

MotoGP: La mamma di Rossi, Stefania: "Valentino non si è fatto condizionare"

Share


La mamma ha sempre ragione, anche quando il figlio è una leggenda del motociclismo e ha vinto 9 titoli mondiali. Soprattutto se, come è il caso di Stefania Palma, è una grande appassionata e conoscitrice di sport. Sicuramente Valentino ha parlato anche con lei prima di prendere - o meglio di rinviare - una decisione sul suo futuro e ha trovato nella madre un’alleata.

Stefania è sempre stata, e lo è ancora, una presenza costante e discreta nella carriera del Dottore. “Mi ricordo la sua prima gara, eravamo partiti su una Panda rossa per andare a correre coi go kart a Siena, abbiamo vissuto correndo” racconta con il sorriso.

Quel ragazzino pieno di sogni è diventato un uomo e ne ha realizzati molti. Ora deve decidere cosa fare della sua vita, dopo che Yamaha ha comunicato che nel 2021 non ci sarà più posto per lui nel team ufficiale.

Sono felice e fiera che in questo momento Valentino abbia deciso di prendersi il tempo di pensare agli ultimi anni della sua carriera - lo sostiene Stefania - Non si è fatto condizionare dalle scelte degli altri ma ha seguito le sue idee”.

Non così semplice quando ti chiami Rossi e devi sostenere molte pressioni.

Sono tantissimi anni che Valentino corre e secondo me ha fatto bene a pensarci su - continua - Lo stile di vita moderno fa si che non si studi, non ci si prepari per le cose che uno vuole fare, ma è un errore. Si rincorre sempre il futuro e poi non si riesce vivere bene il presente con le sue sfumature. Valentino ha fatto bene a seguire le sue idee.

Magari il Dottore pensa a un 2021 in squadra con il fratello Luca Marini, ma Stefania preferisce concentrarsi sul presente.

Non ho neanche pensato a questa possibilità - confessa - Voglio guardarmi tutte e 20 le gare di quest’anno. Io sarò in prima fila. Poi sarà quel che sarà”.

I suoi occhi non saranno naturalmente solo per Valentino, ma anche per Luca Marini che oggi ha giocato in casa, presentando il team Sky VR46 a Tavullia. “Una presentazione a Km 0, come va di moda - scherza Stefania - sono molto contento che si sia tenuta qui al Ranch, che considero un’opera d’arte in mezzo al verde”.

Oggi si inizia con foto ed interviste, in attesa di fare sul serio in pista.

Luca è sempre molto attento alla preparazione e concentrato - assicura - Vediamo cosa succederà, sarà un anno particolarmente importante. Ma non voglio aggiungere di più”.

Perché Marini inizia la stagione come uno dei candidati al titolo Moto2. Un’impresa difficile, ma alla sua portata.

Al giorno d’oggi per vincere il Mondiale serve il pilota mai poi tutto deve essere perfetto, dalla squadra alla moto - avverte la mamma - È un lavoro di precisione, talento e fantasia servono ma tutti i meccanismi devono funzionare come in un orologio”.

Intervista raccolta da Riccardo Guglielmetti

Share

Articoli che potrebbero interessarti