Tu sei qui

MotoGP, Albesiano: la nuova Aprilia debutterà a gennaio

"Per ora la Moto3 non è nei programmi e neppure aumentare il numero di moto. Nel 2017 ci impegneremo maggiormente in SBK"

MotoGP: Albesiano: la nuova Aprilia debutterà a gennaio

Share


L’Aprilia sta crescendo e la tripla trasferta lo ha dimostrato. Bautista ha tagliato il traguardo al 7°posto in Giappone (con Bradl 10°) e in Malesia, Stefan a Phillip Island di è qualificato 8°, migliore risultato di sempre per la RS-GP. A Sepang è tornato nel box anche Romano Albesiano, dopo essere stato assente nei primi due GP.

“Il trittico significa essere fuori dall’azienda per un mese e in questo momento era per me penalizzante - spiega il Resonsabile Racing di Noale - Il mio ruolo prevede anche la pianificazione delle attività ed è ho quello che ho fatto durante le mia assenza dai GP, impostando l’attività agonistica per i prossimi due anni”.

Il 2017 è ormai alle porte, quando vedremo la nuova moto?
Non a Valencia, durante quei test preferisco che i nuovi piloti, Aleix Espargarò e Sam Lowes,  prendano contatto con l’attuale GP-RS. In base anche alle considerazioni di Aleix, faremo gli ultimi ritocchi sulla moto nuova che debutterà a gennaio con un test privato”.

Dovremo aspettarci grosse novità?
Sarà un’evoluzione di quella attuale, ma con qualche innovazione”.

Dove state lavorando in particolare?
La RS-GP ha un buon equilibrio e non presenta un punto debole in particolare, quindi cercheremo di ottimizzare tutti gli aspetti. I piloti ci chiedono di migliorare la capacità di svoltare, quello che loro chiamano turning”.

Nelle attuali MotoGP si va ancora alla ricerca di potenza?
Nei primi anni ’90 le 500 avevano 180 CV e sembravano già sufficiente, le attuali MotoGP ne hanno un centinaio di più ma non bastano mai. Più ce n’è, meglio è”.

Né Bautista né Bradl guideranno la nuova moto, perché questo taglio netto con il recente passato?
C’era l’esigenza di un pilota che potesse portarci informazioni da altre realtà e Aleix potrà fornirci questi riferimenti. Alvaro e Stefan stanno facendo un finale di stagione bellissimo, ci lasceranno e mi dispiace ma purtroppo non abbiamo quattro moto”.

Raddoppiare la presenza in MotoGP è un obiettivo?
Non al momento, mi andrebbe benissimo avere solo due moto e vincere il Mondiale (ride). A parte gli scherzi, so che ci aiuterebbe nel lavoro di sviluppo e in un team satellite potremmo fare crescere i giovani piloti, ma per ora non è nei programmi”.

Aprilia ha una grande storia nelle piccole cilindrate, non avete mai pensato alla Moto3?
(Albesiano riflette prima di rispondere) “No, ora siamo concentrati sulla MotoGP e, il prossimo anno, aumenteremo anche il nostro impegno in SBK”.

Articoli che potrebbero interessarti