Tu sei qui

MotoGP, Il KymiRing verso la luce verde: ispezione FIM a maggio, test a giugno

Il Gran Premio di Finlandia dovrebbe essere confermato: Uncini andrà sul posto a giorni, mentre i collaudatori MotoGP saranno lì il 13 e il 14 del mese prossimo

MotoGP: Il KymiRing verso la luce verde: ispezione FIM a maggio, test a giugno

Share


Il KymiRing, la pista che ospiterà a luglio il ritorno del motomondiale in Finlandia, è un oggetto del mistero. Tre anni fa i collaudatori della MotoGP fecero un test sul tracciato che era praticamente ancora un cantiere, poi, complice l’epidemia di Covid, non se ne seppe più nulla.

Nelle ultime settimane nel paddock erano circolate voci sulla possibile cancellazione del GP, anche perché gli organizzatori puntavano molto sull’arrivo degli spettatori russi (la pista è poco più di un centinaio di chilometri dal confine, 300 da San Pietroburgo) cosa che non accadrà a causa del conflitto in Ucraina.

La pista, inoltre, deve ricevere l’omologazione internazionale. Franco Uncini, il responsabile della FIM per la sicurezza è però ottimista: “I lavori stanno continuando e sarò lì fra pochi giorni per l’ispezione finale. Sono abbastanza fiducioso che tutto sarà a posto” ha dichiarato.

La pista dovrebbe anche ospitare un test, a cui parteciperanno solo i collaudatori della MotoGP,  il 13 e il 14 giugno prossimi, per verificare che tutto sia a posto e per permettere ai tecnici di Michelin di raccogliere dati fondamentali per la scelta delle gomme in vista del GP.

Il disegno del tracciato è rimasto quello che i tester aveva sperimentato nell’agosto del 2019. In quell’occasione Michele Pirro non ne era rimasto particolarmente entusiasta: “con la Moto3 ti puoi divertire, con una MotoGP no - ci aveva detto - Non riesci a sfruttare tutta la potenza, dalla curva 5 in poi si usano solo la 1ª e la 2ª marcia. Si appoggia una volta la 3ª”.

Foto © motogp.com

Articoli che potrebbero interessarti