Tu sei qui

MotoGP, Rossi torna in Top Ten: "ma domani i tempi scenderanno di un secondo"

"Nell'estate abbiamo lavorato per risolvere i problemi sulla mia M1 e ora mi sento meglio. È un piacere guidare a Silverstone"

MotoGP: Rossi torna in Top Ten: "ma domani i tempi scenderanno di un secondo"

Share


Un pilota della vecchia scuola su una pista della vecchia scuola: il connubio sembra avere funzionato perché Valentino a Silverstone si è riaffacciato in un Top Ten che gli mancava da tempo. Se il buon giorno si vede dal mattino, la speranza per Rossi è quella di potere correre il suo miglior GP della stagione, anche se sa benissimo che è troppo presto per cantare vittoria.

Oggi è stata una giornata positiva per me - inizia il suo bilancio al termine dei primi due turni di prove libere - Ho avuto buone sensazioni sulla Yamaha già dal mattino, anche se nella prima sessione non ero riuscito a esprimere il massimo del mio potenziale a causa di un po’ di traffico e della bandiera rossa. Al pomeriggio abbiamo continuato a lavorare e non è andata male”.

Hai provato la gomma dura al posteriore.
Sì, ma è un po’ troppo dura per le temperature che c’erano. Con la morbida ho fatto due bei giri e sono nei primi 10 con sensazioni abbastanza buone. Devo ammettere che mi sono divertito, perché Silverstone mi piace molto e il nuovo asfalto ha un bel grip. Inoltre, anche se faceva freddo, l’asfalto era asciutto ed è già positivo essendo in Inghilterra”.

Anche per domani la pioggia sembra scongiurata.
In quel caso le FP3 saranno cruciali per entrare in Q2, per riuscirci penso che bisognerà abbassare i tempi di oggi di un secondo. Anche la pista diventerà più veloce, ci proverò”.

È il miglior venerdì per te dal Qatar?
Bisogna considerare anche delle questioni tecniche. Mi spiego, nella prima parte dalla stagione ci sono state piste, parlo soprattutto di Barcellona e Assen, in cui mi aspettavo di essere competitivo, ma avevo dei problemi sulla moto che riguardavano i primi giri della gara e la fiducia nell’anteriore. Abbiamo cercato di lavorare durante l’estate e in Austria mi sono sentito un po’ meglio, anche se era un pista per noi difficile sulla carta, a differenza di Silverstone. Come ho detto, l’importante sarà domani mattina, poi vedremo”.

Perché ti piace così tanto Silverstone?
Perché è una delle poche pista che è migliorata dopo le modifiche al disegno originale, rimane un circuito vecchia scuola ma allo stesso tempo moderno. Inoltre il nuovo asfalto ha rappresentato un grande passo in avanti, prima c’erano tante buche e diversi tipi di asfalti, ora garantisce molto grip e in queste condizioni la Yamaha è veloce”.

In una pista tecnica  come questa il pilota può fare maggiormente la differenza?
Non saprei, forse sì, ma a volte anche circuiti che sulla carta sembrano semplici poi si rivelano molto difficile. Per me è un piacere guidare qui, puoi usare tutta la potenza di una MotoGP ed è una bella sensazione”.

Hai di nuovo cambiato compagno di squadra, ora hai Dixon.
Per me è meglio che Crutchlow guidi la moto 2021 perché così può lavorare anche in previsione del futuro, quella di Morbidelli è un po’ vecchia. Oggi ho visto Cal e gli ho anche detto che con i colori del team ufficiale sembra più giovane (ride)”.

Articoli che potrebbero interessarti