Tu sei qui

MotoGP, Cadalora: "La magia di Marquez è finita, ora è il momento di cambiare"

VIDEO - "Ci sono momenti nella carriera di un pilota in cui ti senti invincibile, ma finiscono e devi accettarlo. È come passare dall'adolescenza alla maturità"

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


Marc Marquez sta lottando con tutte le sue forze per tornare in fretta ai livelli a cui ci aveva abituato. Non è un cammino semplice e Le Mans lo ha dimostrato, con due cadute in una gara in cui è andato oltre i suoi limiti (fisici) e si è riaffacciato, anche se brevemente, in prima posizione.

Non è un momento semplice per il fenomeno spagnolo, che si trova anzi in una fase cruciale della sua carriera. Lo ha ben spiegato Luca Cadalora, nostro ospite nella diretta di domenica scorsa al termine del GP di Francia (se ve la siete persa, potete guardarla interamente qui sopra).

Luca ha sottolineato come per un pilota, a volte, le stelle di allineino alla perfezione, ma anche che questa fase prima o poi finisce.

Ci sono momenti, nella carriera di un pilota, in cui c’è una magia per cui tutto va sempre bene, l’avevo provata anch’io, non sai neanche il perché ma è così e sei anche fortunato - ha detto - Poi arriva un momento, che può coincidere con altri episod, come una caduta con conseguenze più gravi del solito o magari litighi con la morosa, in cui questa magia si rompe. Non sei più un fanciullo spensierato, le cose non funzionano più: la magia se ne è andata ed è difficile da accettarlo. Però lo devi fare, devi cambiare, non puoi fare le cose come le facevi prima. Se cambi puoi ancora vincere, ma se non lo fai diventa un grosso problema.

Secondo Cadalora Marc è in questa fase di transizione.

È come quando passi dall’adolescenza alla maturità, devi farlo, non puoi più essere un ragazzino - ha continuato - Marquez è stato per 8 anni in quella magia, quindi deve cambiare il suo approccio alle corse da adesso in poi”.

Il che vuol dire anche cambiare il suo modo di guidare.

“Marc già in Moto2 faceva cose che non faceva nessun altro e ha cercato di portare quello stile in MotoGP - ha spiegato Luca - Ciò ha creato questo connubio fra lui e la moto, che è fatta per fare quelle cose fenomenali e incredibili. Se provi a guidare la Honda come il 95% degli altri piloti allora non funziona. O cambia un po’ anche Marquez, e si costruisce una moto che si può usare senza rischiare sempre, altrimenti continuerà a rischiare come ha sempre fatto”.

Luca gli consiglia di cambiare.

È bellissimo quando ti senti invincibile, quella magia ti esalta, ma finisce. Sarebbe il momento giusto per lui per fare qualcosa di diverso, così ridurrebbe i rischi e, secondo me, potrebbe andare comunque fortissimo” ha concluso.

Articoli che potrebbero interessarti