Tu sei qui

MotoGP, Bagnaia: "Troppo freddo a maggio a Le Mans, bisogna spostare il GP"

"Sono caduto a moto dritta, c'erano 12°. Avevo solo una gomma morbida pronta ma non era performante, ho dovuto usare la media e sono fuori dalle Q2 per 89 millesimi"

MotoGP: Bagnaia: "Troppo freddo a maggio a Le Mans, bisogna spostare il GP"

Share


È strano vedere Bagnaia in 12ª posizione, con il rischio concreto di dovere passare domani dalle Q1 nel caso dovesse piovere domani mattina. Non significa oggi che Pecco sia stato particolarmente in difficoltà, bensì il problema è stato cadere nel momento sbagliato.

La mattina sul bagnato mi sentivo alla grande, mentre lo scorso anno faticavo in quelle condizioni. Mentre oggi sono stato l’unico, insieme a Zarco, a usare un solo treno di gomme e a migliorarmi nel finale - spiega Pecco - Nel pomeriggio la sfortuna è stata cadere dopo 7 giri a causa del freddo. In quel momento il mio passo era molto buono, stavo migliorando e sarebbe bastato per entrare in Q2 direttamente”.

Invece?
Sono rientrato ai box e sono uscito con una gomma morbida nuova, ma non era così performante, me ne sono accorto perché ho rischiato di perdere due volte il posteriore nel giro di uscita. Così sono tornato al box, ma ho dovuto montare una media”.

Perché?
La caduta logicamente non era prevista e avevamo preparato solo due gomme morbide posteriori, è stato un peccato perché ero veloce. Ho perso la Q2 per solo 89 millesimi.

Non è stato possibile evitare la caduta?
No, sono caduto a moto dritta, senza fare nulla di diverso dal giro prima. Il problema è il freddo, questa mattina c’erano 8° e nel pomeriggio 12, in quelle condizioni è difficile scaldare le gomme. Michelin ha fatto un lavoro incredibile, ma è difficile correre a Le Mans a maggio. Inoltre la corsia box è molto lunga, ci mettiamo più di 30 secondi a percorrerla e questo fa raffreddare gli pneumatici. Alla fine è più sicuro girare sul bagnato, sull’asciutto devi essere molto preciso perché puoi perdere l’anteriore molto rapidamente, è difficile da gestire”.

Non sembra esserci una soluzione.
Veniamo qui sempre a maggio, dobbiamo parlarne in Safety Commission, l’idea è quella di spostare il Gran Premio più avanti, magari al posto del Mugello, so che anche Aleix Espargarò è d’accordo. Inoltre chiederò perché hanno allungato di nuovo la corsia box, l’anno scorsa era più corta, entravamo in pista una volta terminati i box, non so perché abbiano cambiato”.

Sei preoccupato per domani?
Spero che ci sia bel tempo, magari 22° (ride) ma so che non sarà così. Sarà difficile entrare direttamente in Q2 nelle FP3 anche se l’asfalto sarà asciutto perché farà sicuramente freddo. Non è mai detta l’ultima parola, io farò tutto il possibile”.

 

Articoli che potrebbero interessarti