MotoGP, Zarco salterà almeno la prima giornata di prove del GP della Stiria

UPDATED Potrebbe provare solo sabato. Per regolamento non ci si può sottoporre alla visita medica prima che siano passate 48 Ore dall'operazione. Una norma introdotta per evitare rientri troppo anticipati

Share


Qualunque sia la decisione che prenderanno Freddie Spencer, Bill Cumbow e Ralph Bonhorst, i tre Commisari Sportivi FIM  chiamati ad esprimersi sul suo sorpasso su Morbidelli di domenica scorsa, Johann Zarco non dovrebbe poter prendere parte alla prima giornata di prove, domani, al Red Bull Ring.

Secondo il regolamento del laMotoGP, per evitare rientri azzardati un pilota non può richiedere il controllo medico prima di almeno 48 ore dopo un'operazione, il che significa che il pilota francese non potrà essere dichiarato idoneo a correre nel Gran Premio di Stiria prima di venerdì. Se ricordate, infatti, Marc Marquez fu operato il martedì successivo al Gran Premio di Jerez, il pilota del team Ducati Avintia, invece, solo ieri.

Teoricamente potrebbe scendere in pista nella FP2, comunque, se il controllo verrà fatto in mattinata.

Alla luce del fatto che si gareggia per la seconda volta consecutiva sul medesimo circuito questo non dovrebbe comunque essere un gran problema per Zarco che, anzi, potrebbe contare una giornata di riposo in più.

Nel contempo, per evitare il ripetersi di quanto accaduto durante il GP d’Austria saranno aggiunti airfence all’esterno della curva 3.

UPDATED Come previsto Zarco è stato dichiarato 'UNFIT' per FP1 e FP2 per il poco tempo trascorso dall'incidente. Tuttavia se venerdì dovesse passare una seconda visita potrebbe prendere parte alle prove da sabato.

Share

Articoli che potrebbero interessarti