Guintoli: come trasformare la GSX-R in una MotoGP con nuove sospensioni

VIDEO - Questa volta Sylvain si è affidato a Ohlins per migliorare le prestazioni della sua moto e i risultati lo hanno lasciato a bocca aperta

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


Sylvain Guintoli, in questi ultimi mesi, si è trasformato in uno YouTuber e, sulla sua fida Suzuki GSX-R, ha iniziato a rispondere a molte curiosità degli appassionati. Nell’ultimo episodio della sa serie (lo potete vedere qui sopra) ha mostrato quando le sospensioni posso migliorare una moto e, naturalmente, i tempi in pista.

Spesso si cercano più cavalli o di togliere peso, ma una forcella e un monoammortizzatore ‘giusti’ possono riservare sorprese che nemmeno un pilota come Guintoli si sarebbe aspettato.

Il tester della Suzuki MotoGP, ha equipaggiato la sua GSX-R con il meglio del catalogo Ohlins e i risultati non si sono fatti attendere.

Le sensazioni sono migliorate, ho sentito subito la moto più stabile” ha commentato dopo le prime uscite. Lavorando sul setup è arrivato il bello.

Mi aspettavo un miglioramento nelle sensazioni, ma non una grande differenza nelle prestazioni” ha confessato Sylvain, ammettendo il suo errore.

In una pista corta come quella di Mallory Park ha abbassato di un secondo e mezzo i suoi riferimenti, passando dal 54”96 sulla moto standard al 53”5 su quella kittata Ohlins.

L’acquisizione dati ha poi confermato miglioramenti in velocità massima, frenata ma soprattutto in piega.

L’estate è iniziata, le pista hanno riaperto e i consigli di Guintoli potranno esservi molto utili.

Share

Articoli che potrebbero interessarti