SBK, Fabrizio di nuovo in sella: voglio tornare a correre!

Positivo il test al Mugello con una BMW S1000 RR a due anni dall'ultima gara in Superbike

Share


Michel Fabrizio, che sta lavorando con Genesio Bevilacqua ed il team Althea BMW Racing in questa stagione nel ruolo di talent scout, come avevamo anticipato ha avuto la possibilità di scendere in pista al Mugello oggi in sella a una BMW S 1000RR.

Il pilota romano, classe '84, non ha bisogno di presentazioni. Dopo essere stato incoronato campione europeo Superstock nel 2003, Michel ha poi progredito nel Campionato del Mondo Supersport dopo di che, dal 2006 al 2014, ha giocato un ruolo da protagonista nel mondo Superbike. In aggiunta al suo evidente talento di guida vanta una incredibile esperienza avendo guidato quasi tutte le moto in griglia SBK.

Quest'anno il suo coinvolgimento nelle corse ha preso una strada diversa e, oltre a gestire la squadra MF84 Pluston Althea che è in competizione nella categoria Moto3 del CIV italiano, Fabrizio sta anche collaborando direttamente con il team Althea BMW, condividendo la sua esperienza e la conoscenza con i piloti ufficiali del team italiano..

Nonostante questi nuovi ruoli tuttavia il 31enne, non ha perso la voglia di correre, ed a questo punto è importante per lui capire se è in grado di tornare a farlo a livello internazionale. Con il supporto di Genesio Bevilacqua e la sua squadra ha quindi completato un test sul circuito del Mugello oggi. Questo è, naturalmente, solo un primo approccio, considerando la lunghezza di tempo che è trascorso dall'ultima volta in cui Michel ha corso. Fabrizio, tuttavia, ha sfruttato al massimo questa opportunità e il bel tempo per ritrovare confidenza con la moto, completando circa 50 giri.

"E' stata una gran giornata - ha detto Michel FabrizioSono passati quasi due anni dalla mia ultima gara SBK e così è stato emozionante essere di nuovo in pista oggi, ho regredito fino a sentirmi come un bambino. Non vedevo l'ora di avere questa opportunità e volevo vedere se c'era ancora questa simbiosi, se capisco ancora la moto e viceversa e diciamo che ho sicuramente un'idea migliore dopo oggi. Questo è stato un primo approccio, ma la mia intenzione, e la mia speranza è quella di essere in grado di continuare, passo dopo passo, completando ulteriori test in modo di provare a tornare a correre a tempo pieno. Ringrazio Genesio Bevilacqua per il suo grande sostegno, e il team Althea BMW Racing naturalmente".

Share

Articoli che potrebbero interessarti