Tu sei qui

MotoGP, Domenicali ringrazia Ducati per i 1.000+200 podi: occhio al particolare!

Le parole su Linkedin: "Grazie a tutti i piloti che erano con noi, da Casey a Dovi, a Loris e Troy, a Jack e Pecco e a tutti gli altri. Grazie a Filippo e Gigi, a Livio, Paolo e Davide"...ma c'è una disattenzione

MotoGP: Domenicali ringrazia Ducati per i 1.000+200 podi: occhio al particolare!

Share


La Ducati continua a macinare successi e dopo i 1.000 podi nella Superbike sono arrivati i 200 in MotoGP. Giustamente Claudio Domenicali, Ceo della Casa di Borgo Panigale ha festeggiato con un post su Linkedin che riassume in poche parole il lungo cammino della Rossa.

Nell'iconica immagine (nel centro, non casualmente, Casey Stoner) che accompagna la breve nota ci sono tutti i piloti che hanno reso possibile questo traguardo, Carlos Checa incluso che appare, in alto a destra ma...con indosso la tuta del Marlboro-Yamaha team!

Congratulazioni, Claudio, per tutti i successi: riprendiamo l'usanza romana che riservava al generale in trionfo, un uomo alle spalle che sussurrava "Respice post te. Hominem te memento" (“Guarda dietro a te. Ricordati che sei un uomo). E mille di questi successi anche in MotoGP.

"Che periodo fantastico per "la Rossa a due ruote"! Solo una settimana fa abbiamo festeggiato i 1000 podi in SBK e con l'1-3 di Pecco e Jack di ieri a Silverstone abbiamo raggiunto i 200 podi in MotoGP! L'era MotoGP di Ducati è iniziata nel 2003, con icone come Loris Capirossi e Troy Bayliss come piloti. La nostra moto ha dimostrato subito di essere molto forte e Loris ha conquistato il podio alla prima gara a Suzuka, un debutto incredibile! Dopo 19 anni siamo ancora lì, a dimostrare l'impegno e la passione di tutto il personale di Ducati Corse. E abbiamo conquistato il primo posto, ma sulle prime 5 moto alla fine avevamo 4 Ducati. Questo non sarebbe stato possibile senza lo straordinario impegno di tutta la squadra. Grazie a tutti i piloti che erano con noi, da Casey a Dovi, a Loris e Troy, a Jack e Pecco e a tutti gli altri. Grazie a Filippo e Gigi, a Livio, Paolo e Davide e a tutti gli appassionati ingegneri e meccanici che hanno reso possibile tutto questo. Che azienda fantastica! Sono molto onorato di essere al suo servizio. E che comunità appassionata. Sentiamo ogni giorno il pieno sostegno dei Ducatisti. Grazie di cuore per questo".

Articoli che potrebbero interessarti