Tu sei qui

Aleix Espargarò: “Sofuoglu non ha cervello, per fortuna non è nel paddock MotoGP"

"Sono convinto che Oncu non abbia fatto apposta a innescare l’incidente, ma è giovane e deve imparare. Hanno fatto bene a penalizzarlo"

MotoGP: Aleix Espargarò: “Sofuoglu non ha cervello, per fortuna non è nel paddock MotoGP"

Share


I fatti di quanto accaduto ad Austin nella gara di Moto3 tengono ancora banco. In merito all’incidente innescato da Denis Oncu, Kenan Sofuglu è intervenuto nella discussione dichiarando che è ingiusto penalizzare il giovane turco, dal momento che nella minima cilindrata si corre così. Inoltre ha aggiunto: "Insegno a non entrare in contatto, ma se non superi non vinci le gare. Anche Hamilton e Verstappen sono aggressivi".

Parole che non sono sfuggite ad Alexi Espargarò, il quale ha ritwittato un nostro articolo, dichiarando: “Fortunatamente questa persona è lontana dal paddock della MotoGP”. In seguito il pilota Aprilia ha poi aggiunto durante una conversazione con un follower: “Sono assolutamente convinto, senza ombra di dubbio, che Oncu non l’abbia fatto apposta, ma lui è un pilota giovane e di conseguenza ha bisogno di imparare. Dorna ha fatto la cosa giusta a penalizzarlo per dargli una lezione. Peccato che il suo manager non abbia cervello e quindi ha fatto l’opposto”.

Parole quindi chiare e trasparenti quelle pronunciate dallo spagnolo, a cui non sono per niente andate giù le recenti esternazioni da parte dell’ex campione della SuperSport. Infine, in merito a chi sostiene che l’incidente sia dovuto all’alto numero di pilota in Moto3, Aleix ha detto: “Non sono d'accordo, dato che Oncu ha cambiato la traiettoria a metà del rettilineo, spostandosi dal lato destro al lato sinistro dove si trovava l'altro pilota, il quale non poteva scomparire”.   

Articoli che potrebbero interessarti