Tu sei qui

MotoGP, Quartararo: "Marquez? Gli renderò la vita difficile, come fece lui con me"

"Bisognerà tenere d'occhio Oliveira e domenica le Ducati lotteranno per il podio, ma io devo concentrarmi su me stesso perché non ho le migliori sensazioni in moto"

MotoGP: Quartararo: "Marquez? Gli renderò la vita difficile, come fece lui con me"

Share


Il fine settimana del Sachsenring è iniziato bene per la Yamaha, che ha piazzato Quartararo e Vinales rispettivamente al 2° e 3° posto dietro alla KTM di Oliveira. Fabio è soddisfatto della sua giornata, ma non completamente, perché sa che domenica gli avversari saranno numerosi.

Per quanto riguarda le gomme, devo dire  che  vanno bene, riuscivo a girare su tempo interessanti dopo più di 20 giri, avendo montato in FP2 quelle giù usate nel mattino, anche se non posso fare un vero confronto con gli altri piloti - ha spiegato - Però le mie sensazioni sulla M1 non erano troppo buone oggi, soprattutto all’anteriore, e abbiamo qualche idea da provare domani”.

Al momento l’avversario più pericoloso sembra essere anche Oliveira.

Miguel ha fatto un grande passo in avanti e lo stesso la KTM - ha confermato Quartararo - Sembra sia molto veloce in questo momento, fortunatamente non ha avuto un buon inizio di stagione ma da ora in poi bisognerà tenerlo d’occhio”.

Lo stesso vale per Marquez, che al mattino è stato il più veloce in pista, mentre nel pomeriggio ha chiuso la sessione 12° ma senza montare una nuova gomma per cercare il tempo.

Marc è molto forte, nel 2019 mi ha reso la vita molto difficile per cercare di ottenere la prima vittoria e farò lo stesso con lui - ha sorriso il francese - Ha passato un periodo molto difficili e tutti saremo molto contenti se otterrà un buon risultato, o meglio saremo contenti per lui ma non per noi! Comunque io sono qui per lottare per il podio e per la vittoria, non penso a lui”.

Un pensiero però, in ottica campionato, lo avrà sicuramente per le Ducati che al Sachsenring, come prevedibile, stanno incontrando qualche difficoltà.

Dicevano lo stesso di me al Mugello e Barcellona, che avrei faticato, invece, problemi a parte, sono andato bene - ha sottolineato - Io penso che domenica lotteranno per il podio. È vero che questa pista è migliore per la Yamaha, ma io credo che sia più questione di pilota che di moto, è chi guida che può fare la differenza. Oggi Bagnaia ha faticato molto, ma io devo rimanere concentrato su me stesso, non sugli altri, perché, come ho già detto, non mi sono sentito così bene sulla mia moto”.

L’ultima battuta è sulla modifica portata da Alpinestars per la sua tuta in modo da scongiurare altre aperture accidentali.

Ho un doppio velcro, in modo da avere una doppia sicurezza - ha  spiegato Fabio - Comunque sappiamo tutti che prima della gara a Barcellona avevo chiuso la tuta correttamente, ma è successo quello che è successo. Comunque ora ho questo aggiornamento e domani proverò un’alta cosa nuova, sempre per la tuta”.

Articoli che potrebbero interessarti