MotoGP, Bradley Smith: "In Aprilia sanno che sono più veloce di Savadori"

"Aprilia dovrebbe clonare un pilota come me. Con Savadori nel ruolo di collaudatore sanno bene che non andrebbero da nessuna parte"

Share


Bradley Smith sta aspettando una decisione da Aprilia in merito al 2021, ma al tempo stesso guarda anche altrove. In una recente intervista rilasciata a bikesportnews, il pilota britannico ha infatti dichiarato che valuta  la possibilità di presentarsi al via dell’ESBK.

Il progetto 109, come scritto da lui stesso scritto sulla propria pagina Instagram, che vede tra l’altro il coinvolgimento di Claudio Corti, è mirato a debuttare nel Campionato spagnolo, allargando anche ad alcune wildcard nella SSP300.

Superbike a parte, il tema caldo è però quello legato ad Aprilia, dove Smith non ha utilizzato troppi giri di parole: “Siamo continuamente in contatto con Aprilia – ha dichiarato – loro devono però decidere cosa sia meglio per il loro progetto a breve e lungo termine, così come io per la mia carriera”.

Poi non manca una stoccata al suo diretto rivale per la sella della RS-GP, ovvero Lorenzo Savadori: “In un mondo ideale dovrei essere clonato – ha spiegato - se fossi pilota e al tempo stesso collaudatore sarebbe infatti lo scenario migliore per Aprilia, ma purtroppo ciò non è possibile. Con Savadori collaudatore, invece, non andrebbero da nessuna parte. In Aprilia sanno bene che sono il pilota più veloce ed ecco spiegato perché Rivola, in merito alla scelta della seconda moto, ha dichiarato che “la scelta non riguarda esclusivamente il tempo sul giro”.

Parole forti quelle pronunciate da Bradley Smith, che al tempo stesso sanno di una partita persa contro il romagnolo. 

Articoli che potrebbero interessarti