Tu sei qui

SBK, Davies: “La Ducati V4? Ho capito subito che dovevo cambiare stile”

“Rispetto alla V2 la V4 è una moto estrema, da corsa. Avrei voluto correre al fianco di Sheene e mi piacerebbe mettere su una band con Sykes che canta e Laverty chitarrista”

SBK: Davies: “La Ducati V4? Ho capito subito che dovevo cambiare stile”

Share


Non solo i piloti della MotoGP, anche quelli della Superbike sono protagonisti delle video chat. Questa volta è toccato a Chaz Davies, che sulla profilo Instagram della Superbike ha incontrato i tanti appassionati. In molti hanno avanzato le proprie domande al gallese, il quale non si è sottratto a rispondere.

Anche per Chaz la situazione di rimanere chiusi in casa è un qualcosa di surreale rispetto alle tradizionali abitudini: “Fa molto strano per noi piloti – ha esordito Davies – noi siamo sempre in viaggio e ora ci ritroviamo chiusi in casa per colpa di questo virus. Speriamo che tutto si risolva nel migliore dei modi, anche se io cerco di trovare sempre delle opportunità in qualunque situazione. Ho infatti allestito una palestra in casa per cercare di allenarmi e tenermi in forma”.

Non mancano poi le domande sulla Superbike e in particolare sulla Ducati: “Rispetto alla V2 la V4 è una moto estrema, da corsa – ha detto – la prima volta che sono salito in sella ho capito che dovevo cambiare le mie abitudini, dato che il quattro cilindri a V è diverso rispetto al bicilindrico”.

L’attenzione si sposta poi sulle piste: “Laguna Seca è senza dubbio il mio tracciato preferito – ha svelato – una pista fantastica. Anche Donington è molto bella, ma in quel caso dovete chiedere consigli a Sykes, dato che lui è fortissimo”. Davies cita quindi l’alfiere BMW, a cui vorrebbe fare una proposta: “In questi giorni mi sto esercitando molto con la batteria e devo dire che mi piacerebbe mettere su una band  nel paddock, so che Laverty suona la chitarra, mentre Sykes potrebbe cantare”.

Infine non manca una battuta sui piloti del passato e del presente: “Secondo me Razgatlioglu è un pilota fortissimo e lo ha già dimostrato – ha sottolineato Davies – in Australia è riuscito a vincere alla prima gara. I miei idoli? Mi sono sempre piaciuti Doohan, Fogarty, ma anche Rossi. Tra i tanti mi sarebbe però piaciuto correre al fianco di Barry Sheene”.

Share

Articoli che potrebbero interessarti