MotoGP, 'Never say never': Nick Harris racconta la storia del motociclismo

La storia inizia sull'Isola di Man nel 1949, Harris è stato al centro di questo sport per decenni, e ha conosciuto i piloti come individui

Share


Il nostro amico e collega Nick Harris ha pubblicato una versione tascabile del suo libro 'Never say never'. Una lettura imperdibile per tutti gli appassionati di motociclismo.

Il libro è disponibile a questo LINK.

Ecco come è descritto::

Come 'The Voice' delle corse motociclistiche per quarant'anni, il commentatore Nick Harris è diventato una delle star delle due ruote nel paddock, e questo è la sua testimonianza oculare, il suo racconto, della rovente storia settantennale del MotoGP.

La storia inizia sull'Isola di Man nel 1949, quando Geoff Duke, con i suoi capelli lisci e la tuta di pelle nera in un unico pezzo, divenne l'eroe della nazione, sfidando le probabilità e vincendo la gara più pericolosa del mondo su una Norton. Poco più di dieci anni dopo, a Mallory Park, un altro campione britannico e uno dei più grandi piloti di tutti i tempi, Mike Hailwood ha superato con un urlo un giovane Nick Harris sulla sua Honda 250cc, ed è nata una passione che dura tutta la vita.

Harris è stato al centro di questo sport per decenni, conoscendo i piloti come individui, vedendo fallimenti, campioni, carriere e a volte vite finite. Vedremo da vicino le stelle più grandi del podio, da Barry Sheene e Kenny Roberts a Valentino Rossi, e incontreremo i meccanici dietro di loro, i costruttori che hanno riversato milioni di euro nelle squadre, e gli organizzatori che, all'inizio, hanno spietatamente compromesso la sicurezza dei piloti per i profitti. Il dramma è stato spesso teso sia fuori pista che in pista.

 

Share

Articoli che potrebbero interessarti