Tu sei qui

MotoGP, KTM sceglie il virtuale: presentazione del Team 2020 solo in Streaming

Per la quarta stagione in MotoGP, la Casa austriaca ha deciso di svelare i colori della RC16 il 16 febbraio solo sia web, con copertura su tutti i canali Social

MotoGP: KTM sceglie il virtuale: presentazione del Team 2020 solo in Streaming

Share


L'avventura di KTM in MotoGP è giunta alla quarta stagione e probabilmente questo è davvero il momento per iniziare a raccogliere i frutti dei tanti investimenti fatti a Mattighofen. La presentazione dei colori del Team per il 2020 avverrà il 18 febbraio alle ore 18:00 e sarà possibile seguirla in streaming attraverso tutte le piattaforme digitali.

Il 2019 doveva essere l'anno della svolta, con l'arrivo di un top rider in squadra quale era ritenuto Johann Zarco. La storia è ben nota a tutti ormai, il francese non è mai riuscito a digerire la moto austriaca, al punto da decidere di separare la propria strada rispetto a quella di KTM. Zarco avrebbe dovuto portare su un piano diverso la competitività della moto, ma in realtà non è mai stato completamente in grado di interpretare la RC16, che in invece trovato ancora una volta in Pol Espargarò il vero uomo di punta.

Lo spagnolo ha infatti raccolto una serie di ottimi risultati nel 2019, si è affacciato in prima fila dello schieramento di partenza e senza l'incidente di Aragon che l'ha messo fuori combattimento, probabilmente avrebbe vissuto una parte finale di stagione da protagonista, invece pur essendo tornato in gara in Thailandia non era ovviamente al top. Ha messo assieme sei top ten e chiudendo il mondiale all'11° posto può in ogni caso ritenersi soddisfatto per i passi in avanti fatti in sella ad una moto che ormai conosce come le proprie tasche.

Di certo un grande contributo lo sta portando Dani Pedrosa, che sta svolgendo il proprio ruolo di tester con estrema professionalità e con le sue indicazioni sta facendo fare, secondo il parere di tutti quelli coinvolti nel progetto KTM MotoGP, dei grandi passi in avanti alla RC16, che anche durante questa prima parte di test invernali ha mostrato moltissime novità sua sul fronte aerodinamico che per quanto riguarda il telaio. 

Sarà curioso vedere cosa saranno in grado di fare i due debuttanti in MotoGP che vestiranno i colori austriaci. Brad Binder sarà ili compagno di Espargarò me chi ha davvero impressionato nelle sue uscite in pista in sella alla RC16 è stato Iker Lecuona, che sarà compagno di squadra di Oliveira in Tech3. Lecuona è stato chiamato in fretta e furia in squadra debuttando a Valencia e sia in gara che nei test ha subito fatto capire di avere il talento per ben figurare nella propria stagione di debutto in MotoGP. 

KTM ha insomma tutti gli ingredienti al posto giusto per disputare un'ottima stagione in MotoGP, a Sepang sarà più chiaro quale possa essere il reale potenziale delle moto austriache in questo 2020.  

Share

Articoli che potrebbero interessarti