Petrucci: "Marquez come Roberts, ha rivoluzionato la MotoGP"

"Ha cambiato lo stile di guida, spostando il limite più in là. Diventa un tutt'uno con la moto e riesce a reagire velocemente quando sta per cadere"

Share


Marc Marquez è un rivoluzionario, parola di Danilo Petrucci. Il ternano di Ducati ha concesso un’intervista a crash.net parlando dello stile di guida introdotto dal campione spagnolo. Petrux sa ben cosa sia capace di fare Marc in sella ed è anche uno dei pochi che può affermare di essere riuscito a batterlo nel corpo a corpo, lo scorso anno al Mugello.

“Marc ha spostato il limite più in là, ha cambiato il motociclismo - ha spiegato - Ho letto molto su Kenny Roberts, è stato il primo a toccare il ginocchio per terra, ha cambiato il modo di guidare. Marquez ha fatto lo stesso”.

Lo spagnolo ha portato alle estreme conseguenze ciò che il Marziano americano aveva iniziato e non è un caso che a volte ne condivida il soprannome. Petrucci ha studiato con attenzione il suo stile e ha cercato di capire come riesce in quello che sembra impossibile, come salvarsi dalle cadute dopo la perdita dell’anteriore.

Quando inizia a piegare la moto, diventa un tutt’uno con lei - ha affermato Danilo - Paragonato agli altri piloti, tocca prima gomito e ginocchio a terra, sporge maggiormente il corpo ed è sempre pronto a rialzare la moto quando rischia di cadere”.

È questo il segreto di Marquez e, per il momento, ancora nessuno è riuscito a copiare uno stile così particolare.

Puoi provare a farlo, ma non è naturale - ha ammesso Petrucci - Quando spingi al limite, a volte senti la moto cadere ma non puoi farci niente perché quanto appoggi il gomito a terra l’anteriore è già partito. Marc è sempre 10 o 15 centimetri più vicino all’asfalto, quindi è più rapido a reagire oltre a essere più veloce a centro curva. È incredibile quante volte si sia salvato dalle cadute”.

Marc è come un mago, il trucco c'è ma per riuscire ad ripeterlo bisogna essere un... Marcziano.

Share

Articoli che potrebbero interessarti